8 Agosto 2006 | Balcani

Antica Serbia

Antica Serbia

Obiettivo del viaggio:
La Serbia, l’Europa di mezzo così vicina e così lontana. Questo viaggio ci permetterà di conoscere le diverse sfaccettature di questo bellissimo paese così vicino all’Italia, ma che spesso viene considerato distante anni luce da noi.
Saremo rapiti dall’atmosfera mitteleuropea e cosmopolita delle città, ricche di storia, arte e cultura; ci immergeremo nella splendida natura della Put vode, la Strada dell’acqua, fatta di grandi boschi, freschi corsi d’acqua e verdissimi altopiani; ci tufferemo nella delirante magia del festival degli ottoni dove tutto è portato all’eccesso e dove la festa non finisce mai.

L’antica Serbia tra città, natura e ottoni

Obiettivo del viaggio:
La Serbia, l’Europa di mezzo così vicina e così lontana. Questo viaggio ci permetterà di conoscere le diverse sfaccettature di questo bellissimo paese così vicino all’Italia, ma che spesso viene considerato distante anni luce da noi.
Saremo rapiti dall’atmosfera mitteleuropea e cosmopolita delle città, ricche di storia, arte e cultura; ci immergeremo nella splendida natura della Put vode, la Strada dell’acqua, fatta di grandi boschi, freschi corsi d’acqua e verdissimi altopiani; ci tufferemo nella delirante magia del festival degli ottoni dove tutto è portato all’eccesso e dove la festa non finisce mai.
Concluderemo il nostro viaggio visitando la perla della costa dalmata, Dubrovnik, città unica e affascinante con le sue mura medioevali e il profumo del mare che si insinua tra le strette vie del centro.
Tutto questo attraverso una rete di turismo alternativo e responsabile che abbia come scopo principale la conoscenza e il rispetto della cultura e della storia del paese in cui ci trova.

Durata del viaggio: 7 giorni \ 6 notti

Periodo del viaggio: dal 28\08\06 al 03\09\06

Numero dei partecipanti: 7 più accompagnatore

Mezzo di trasporto: pulmino 9 posti

Modalità di pernottamento: agritur o case private dove possibile, in alternativa alberghi di piccole dimensioni.

Costo: 750 euro a persona ( comprensivi di trasporto, mediatore culturale ed accompagnatore, vitto, alloggio, escursioni, assicurazione collettiva ).

Note di viaggio: in base alla disponibilità dei partecipanti è possibile prevedere un incontro dove i gli stessi avranno la possibilità di conoscersi e dove sarà spiegato loro in maniera dettagliata il programma di viaggio e le sue finalità.

Consigli utili: per entrare in Serbia è necessario il passaporto in corso di validità. Il clima nella regione è continentale e temperato con temperature che nel periodo del viaggio variano generalmente dai 26 gradi di media delle città ai 17 gradi di media delle montagne.
Si consiglia un abbigliamento adatto alle condizioni climatiche e alle attività da svolgere.

Per prenotare il viaggio o per ricevere informazioni generali:
info@viaggiareibalcani.it

PROGRAMMA DI VIAGGIO:

Primo giorno: TRIESTE – JVANCOVO – VUKOVAR
Ritrovo dei partecipanti a Trieste alle 12.00 e partenza; arrivo nel tardo pomeriggio a Jvancovo (nei pressi di Osijek – Croazia) e cena presso l’Agritur Antin Stan sulla Strada del vino.
Trasferimento a Vukovar per il pernottamento.

Secondo giorno: VUKOVAR – NOVI SAD – BELGRADO

In mattinata visita alla città martire di Vukovar , al confine tra Croazia e Serbia; nel pomeriggio visita alla città danubiana di Novi Sad, con il suo elegante e multietnico centro e all’antico borgo di Petrovaradin. Arrivo in serata a Belgrado e sistemazione; cena nella caratteristica zona “bohemienne” di Skadarljia, un susseguirsi di piccole taverne e ristoranti, un tempo ritrovo dei più famosi pittori, poeti e artisti serbi.

Terzo giorno: BELGRADO
Giornata dedicata alla visita della fascinosa Belgrado. Al mattino tour del centro con i suoi palazzi antichi e moderni e visita alla fortezza turca di Kalemegdan da cui si può ammirare la totalità della città e l’emozionante spettacolo offerto dalla Sava che si getta nel Danubio; nel pomeriggio gita in barca nello spettacolare scenario della confluenza dei due fiumi; cena nel ristorante tipico nazionale “da Daco” dove si potranno gustare le antiche ricette della tradizione serba.

Quarto giorno: BELGRADO – GUCA – KAONA

Da Belgrado verso Guca. Ogni anno in questo piccolo villaggio della Serbia centrale si celebra il Dragaceswki Sabor Trubaca, il delirante festival degli ottoni e della musica tradizionale rom, dove tra l’energia di trombe e grancasse e il denso fumo di centinaia di maialini ci fermeremo per tutta la giornata. Dopo cena trasferimento a Kaona (piccolo villaggio a circa 20 km da Guca) per il pernottamento in agritur.

Quinto giorno: KAONA – STUDENICA – BOGUTOVAC
In mattinata visiteremo l’antico monastero ortodosso di Studenica, per poi trasferirci a Bogutovac, dove alloggeremo in agritur. Qui avremo l’intero pomeriggio a disposizione per passeggiate e bagni nella zona termale, la cui caratteristica principale è la ricchezza delle sorgenti oligominerali data dall’origine vulcanica dell’area. Cena presso la trattoria tipica “Kafana kod Mira”.
Bogutovac si trova all’interno della “Put Vode” (la Strada dell’acqua), progetto promosso dall’Associazione Tavolo Trentino per la Serbia con l’obbiettivo di coinvolgere il settore pubblico e quello privato nello sviluppo del proprio territorio, combinando conoscenze e risorse locali con metodologie e approcci innovativi. La Put Vode si estende su tre piccoli territori del comune di Kraljevo dove le strade asfaltate e i sentieri che si sviluppano lungo i numerosi corsi d’acqua collegano fra loro monasteri, castelli, terme e paesaggi di rara bellezza.

Sesto giorno: BOGUTOVAC – MAGLIC – NOVI PAZAR – GRUDA
In mattinata partenza in direzione della costa montenegrina con sosta e visita alla città-fortezza di Maglic ricostruita nel XIII secolo all’inizio della gola del fiume Ibar, e teatro di molte leggende e misteri.
Proseguendo in direzione della costa ci si fermerà a Novi Pazar, interessante città dal profumo orientale famosa per i tipici mercati all’aperto e per le gioiellerie artigianali di cui il centro pullula. Novi Pazar si trova nel Sangiaccato, regione della Serbia a maggioranza mussulmana.
Arrivo in serata a Gruda, zona nota per i suoi boschi di cipressi a pochi chilometri da Dubrovnik, cena e pernottamento.

Settimo giorno: GRUDA – DUBROVNIK – TRIESTE
Dopo aver dedicato buona parte della mattina alla visita della splendida Dubrovnik, autentico gioiello a picco sul mare incastonato in una piccola penisola e famosa per le bellissime mura che la circondano, partiremo in direzione dell’Italia con sosta per la cena a base di pesce a Senj, piccola cittadina sulla costa croata.
L’arrivo a Trieste è previsto in tarda serata.

Il presente programma può essere soggetto a variazioni, sia prima che in corso di viaggio, in base al clima, alle esigenze dei viaggiatori e delle comunità che ospitano il gruppo di viaggiatori.