• Siete in: home >
  • Notizie

06.12.2016 | Balcani | turismo culturale | 

Mare corto

Mare Corto è un viaggio attraverso contraddizioni e potenzialità di uno spazio comune chiamato Adriatico, ed è realizzato da Matteo Tacconi e Ignacio Maria Coccia. ViB è media partner del progetto.

 

Golfo, secondo i veneziani. Intimo, per lo scrittore Pedrag Matvejevic. Corto, senza dubbio, con quelle sponde così strette. L’Adriatico, per com’è fatto, dovrebbe favorire interscambi eccezionali tra i suoi popoli.  

Non è così. Malgrado il racconto romantico ne faccia una colla liquida che tiene assieme e uniforma le diversità, le traiettorie dello sviluppo, da costa a costa e lungo ognuna di esse, tendono a creare distanza. Il Nordest italiano è evidentemente più ricco del Salento, che a sua volta è più sviluppato dell’Albania, il Paese rivierasco meno progredito in assoluto. E al di là dell’economia, a sfavorire l’amalgama contribuiscono sedimenti di storia, cultura e memorie tra loro diversi, se non in conflitto. 

Non esiste, allora, una koinè adriatica: al massimo è un’idea consolatoria. Eppure, esplorandone le coste, emerge qualcosa di impalpabile e silenzioso, non rigorosamente definibile, che in fin dei conti centrifuga tutto, permettendo ai popoli che vi si affacciano di potersi riconoscere, beninteso, ciascuno a modo suo, nel “mare corto”.  E questo può voler dire poco, o forse spiegare tutto. È da qui in ogni caso che ha preso il via questo progetto, nel settembre del 2015. Stiamo percorrendo le coste dell’Adriatico, da ambo i lati del mare. Per ora raccontiamo le nostre impressioni qui, con note di viaggio e immagini, in attesa che questa storia assuma una sua forma finale, più compiuta.  

Il progetto ha un proprio portale, dove sono visualizzabili tutte le tappe del viaggio, ed è anche su Facebook e Instagram.


Tutti i post


L'intervista di presentazione del progetto a cura di Davide Sighele di Osservatorio Balcani e Caucaso

Istria, l'Adriatico tranquillo. Un workshop fotografico dal 14 al 17 luglio 2016

Da un arsenale ai super yacht

Balcani

Scoprire i Balcani – tour promozionale marzo 2017

Dal 2 al 25 marzo saremo in giro per l'Italia a presentare la seconda edizione della nostra guida "Scoprire i Balcani". Accanto ad Eugenio Berra, curatore della guida, si affiancheranno in veste di relatori numerosi collaboratori di Osservatorio Balcani e Caucaso Transeuropa; ViaggieMiraggi; Radio popolare. Al termine delle presentazioni è prevista una degustazione di prodotti della rete Terra Madre di Slow Food proveniente dal Sud Est Europa. 

[continua]



 

Le nostre proposte di viaggio

Da Villach A trieste, dalla Mitteleuropa al Mediterraneo. Dal 27 agosto al 2 settembre 2017

Immaginate un itinerario capace di proporre al viaggiatore continui cambi di scenario: dalle verdi valli alpine punteggiate di caratteristici paesini al tuffo nel blu del Mare Adriatico. 

[continua]



dedicato alle scuole

Il progetto

[continua]



Testimonianze dai viaggi passati

[continua]



Proposte

[continua]



Confine orientale: attorno al “Giorno del ricordo”

Il 30 marzo 2004 è stata promulgata la legge n.92/2004, che riconosce il 10 febbraio come “Giorno del ricordo” in memoria delle vittime delle foibe, dell’esodo giuliano-dalmata e delle vicende del confine orientale.    

[continua]



Memorie del “secolo breve”

 Da sempre terra di confine e frontiera, la Bosnia-Erzegovina è stata (e in parte è ancora) una grande lezione di tolleranza religiosa e convivenza multietnica.

[continua]



Libreria

Viaggio nei Balcani. Cibo senza frontiere nel vorticoso cuore d’Europa

Una scrittrice, un fotografo e una vecchia Fiat Panda. Migliaia di chilometri percorsi lungo le strade del sud-est europeo, tante storie raccolte ed una certezza: il cibo unisce anche dove le frontiere dividono.

[continua]



Eventi

Jugoslavia, vent'anni da ex (1 - 29 marzo)

[continua]



Associazione Viaggiare i Balcani: Via Vicenza 5 - 38068 Rovereto (TN)
tel. +39 3398084928
C.F 96081670224