4 Novembre 2010 | Balcani

Bosnia-Erzegovina, un paese ricco di prodotti eco-turistici.

Bosnia-Erzegovina, un paese ricco di prodotti eco-turistici.

All’interno della manifestazione “Zlatna turisti?ka ruža 2010”, svoltasi a Br?ko dal 24 al 26 settembre scorso, si è tenuto un workshop sul tema dei prodotti ecoturistici in Bosnia-Erzegovina.

“Negli ultimi tempi, i prodotti eco-turistici sono una grande fonte d’attrazione in quanto i più frequentemente richiesti dalla fascia ‘responsabile’ di turisti stranieri” ha detto Sabina Muharemovi?, project-manager di Somnium, l’Istituto Sloveno per il Turismo e lo Sviluppo. Muharemovi? ha posto l’attenzione sul fatto che tale prodotto è giudicato dagli esperti come lo sviluppo futuro del turismo, specie nei territori della Bosnia-Erzegovina: il paese è infatti ricco di tale particolare offerta, celando enormi potenzialità se la richiesta è di aree incontaminate ed “eco”.

Tuttavia la stessa Muharemovi? ha anche ricordato che ancora molto resta da fare, sia da parte delle autorità istituzionali sia da parte di coloro che lavorano sul lato dell’offerta: l’eco-turismo è infatti un macro-prodotto che non può limitarsi ad un unico ambito tematico, ma deve al contrario configurarsi come il contenitore di un multiverso di suggestioni e “campi d’azione”, partendo da un dettaglio apparentemente minimo come possono essere le produzioni eno-gastronomiche da presentare ai turisti in cerca di tali particolarità durante i loro viaggi. Durante le tre giornate, all’interno dell’ampia cornice dell’iniziativa è stata organizzata una gita nei dintorni di Br?ko e si è tenuta una regata lungo il fiume Sava, mentre la sera presso la Casa della Cultura sono stati rilasciati premi e riconoscimenti dell’edizione 2010 di “Zlatna turisti?ka ruža”. fonte: Fena