Capodanno tra Belgrado e Novi Sad. Dal 29 dicembre al 2 gennaio

20 ottobre 2016 | Serbia | viaggio

Un capodanno da trascorrere in uno dei centri più vivaci dell’Europa sud-orientale, Belgrado, la “Berlino del XXI secolo”. I primi due giorni di viaggio saranno inoltre dedicati alla Vojvodina con la visita delle cittadine a impronta austro-ungarica di Novi Sad e Subotica.

Trieste porta d'Europa. 28 ottobre 2016

11 ottobre 2016 | Balcani | viaggio

Dopo la prima visita di carattere generale della città il 22 maggio 2016, concentriamo ora l’attenzione su alcune delle più importanti comunità storiche: Italiani e Sloveni, Austro-Tedeschi, Serbi, Greci ed Ebrei. 

Capodanno a Sarajevo. Dal 29 dicembre al 3 gennaio

29 settembre 2016 | Bosnia-Erzegovina | viaggio

Sei giorni attraverso la Costa Dalmata e la Bosnia-Erzegovina, con Capodanno a Sarajevo, la “Gerusalemme dei Balcani”. Un’occasione unica per ammirare queste terre immerse nel sonno invernale; spesso ricoperte di neve che scende a coprire rive di fiumi e boschi, tetti di abitazioni e campagne, croci e mezzelune, avvolgendo con il suo abbraccio una terra ricca di genti, culture e religioni.

Week end tra Novi Sad e Belgrado

22 settembre 2016 | Serbia | viaggio

  Vecchia capitale della Jugoslavia di Tito, crocevia di civiltà e imperi come quello Austro-Ungarico e Ottomano divisi qui solamente dalle acque del Danubio, Belgrado è anche definita “città-fenice”, perché risorta per l’ennesima volta dai conflitti degli anni novanta e dal tragico bombardamento NATO  nel 1999 grazie soprattutto alla creatività dei suoi abitanti.   Il …

Vukovar, il Danubio e altre storie oltre confine. Dal 16 al 20 novembre

1 settembre 2016 | Croazia | viaggio

Nota per la sua forza economica nell’Ottocento asburgico e in epoca jugoslava, per il livello di benessere raggiunto dalla popolazione, per l’alto numero di matrimoni misti. La guerra di dissoluzione della Jugoslavia e l’assedio della città tra agosto e novembre1991 la sconvolgono dalle fondamenta: morti, colonne di profughi, distruzioni enormi. Con un difficile dopoguerra alle spalle, …

Bulgaria: un mosaico di natura, cultura e cibo. Agosto 2016

25 marzo 2016 | Bulgaria | viaggio

Bulgaria: un mosaico di natura, cultura e cibo. Agosto 2016

Otto giorni da Sofia alla Valle delle rose passando per i monti Rodopi accompagnati da un membro di Slow Food in Bulgaria. La scoperta di storia, natura e tradizioni bulgare attraverso le numerose comunità del cibo e presìdi Slow Food sparsi per il territorio bulgaro.

Albania. I mille volti della terra delle aquile

2 marzo 2016 | Albania | viaggio

Albania. I mille volti della terra delle aquile

Atterrando all’aeroporto Madre Teresa, inizia l’avventura in uno dei paesi meno conosciuti d’Europa. Non sarà un viaggio solo nello spazio, ma anche nel tempo, come scopriremo nel visitare le aree più rurali. 

Macedonia, un piccolo paese custode di grandi tesori. Dal 15 al 22 luglio

2 marzo 2016 | Macedonia | viaggio

Macedonia, un piccolo paese custode di grandi tesori. Dal 15 al 22 luglio

Abbracciato a nord dai monti Šar e riscaldato dagli aliti mediterranei provenienti dal mar Egeo che pure non lo bagna, questo piccolo paese – dichiaratosi indipendente dalla Jugoslavia nel 1991 – è un microcosmo di straordinaria varietà culturale e paesaggistica.

Attraversando la Serbia. Fede, tradizione, mito. Dal 1 al 5 giugno

28 febbraio 2016 | Serbia | viaggio

Attraversando la Serbia. Fede, tradizione, mito. Dal 1 al 5 giugno

Dalla Cattedrale di San Sava fino ai minareti del Sangiaccato di Novi Pazar, scorrendo le perle della cultura e della civiltà serba come i grani di un rosario stretto in una mano.

Pasqua in Bosnia-Erzegovina. Dal 23 al 28 marzo

13 gennaio 2016 | Bosnia-Erzegovina | viaggio

Pasqua in Bosnia-Erzegovina. Dal 23 al 28 marzo

Pasqua in Bosnia-Erzegovina è l’appuntamento tradizionale che Viaggiare i Balcani organizza per unire la festa religiosa cattolica alla conoscenza di genti di altre fedi religiose in quest’area. ==L’itinerario è mosso da profonda curiosità culturale e umana verso una regione spesso scossa dalla Grande Storia e in cui si intrecciano complesse storie personali, familiari e di comunità. Anche se le vicende degli ultimi cent’anni (e in particolare il conflitto armato 1992-1995) ne hanno messo a dura prova il tessuto multiculturale e multireligioso, la Bosnia-Erzegovina rimane un ambiente in cui la diversità si avverte con forza, riuscendo a trasmettere forti emozioni e a stimolare riflessioni.