10 Febbraio 2010 | Balcani

Diari di viaggio

Jahorina
Gianandrea Sandri – Se una domenica desiderate sentire solo il rumore dei vostri passi, il ronzio delle mosche (fastidiose, agli inizi dell’estate) e il verso delle cornacchie, dirigetevi verso la Jahorina, nella Repubblica Srspka.
______________________________________________________

Skakavac

JahorinaGianandrea Sandri – Se una domenica desiderate sentire solo il rumore dei vostri passi, il ronzio delle mosche (fastidiose, agli inizi dell’estate) e il verso delle cornacchie, dirigetevi verso la Jahorina, nella Repubblica Srspka.
______________________________________________________

Skakavac
Gianandrea Sandri – Trent’anni fa circa abbiamo girovagato per tutta l’Asia, alla ricerca di qualcosa di noi. A saperlo, avremmo anche potuto non andare tanto lontano.
______________________________________________________

Bosnia, uno sguardo oltre confine
Paola Marcello – Una trasferta all’ insegna della fotografia e della conoscenza storico-territoriale, promossa dall’associazione culturale ARCI di Trento, ha condotto, nel giugno scorso, tre esponenti del gruppo fotoamatori del “Il Fotogramma”di Nago Torbole, (Paolo Baldessarini, Paola Marcello e Guglielmo Tonelli) insieme a due fotografi di Milano, Sara Maestrello e Cesare Colombo, da più di 30 anni protagonista nel mondo della fotografia e comunicazione visiva di Milano, attraverso la Bosnia-Herzegovina.
______________________________________________________

Leggere impressioni
Paolo Baldessarini – Da poco più di un’ ora siamo in viaggio verso l’ Italia, dopo una breve visita a questo paese, che circa dieci anni fa, veniva tremendamente ferito da un conflitto interno, e che ha visto l’ Europa starsene alla finestra nella maniera più vergognosa e cinica.
______________________________________________________

Contrasti
Guglielmo Tonelli – Perché la Bosnia? Perché un gruppo di fotoamatori accetta un viaggio in un luogo così vicino e lontano, così dentro e così fuori, così dietro l’angolo e così paradossalmente invisibile, così dimenticato? Bosnia: da terra di guerra a terra di possibile vacanza, da terra di inquietudini e di paura a terra di scoperta e di incontri, a fucina di progetti di rinascita e di serena convivenza. Cos’è la Bosnia? Cosa troveremo in Bosnia?
______________________________________________________

Trieste-Sarajevo in bicicletta. Diario di viaggio.
Mirko Montibeller – Pedalando gli iscritti hanno infatti oltrepassato altipiani verdissimi, strade sterrate interrotte di tanto in tanto da qualche piccolo villaggio e strade costiere.
______________________________________________________

Yugo 2008
Roberto Bordin – Era da tanto tempo che volevo partecipare ad un campo di lavoro internazionale, e che volevo visitare quelle terre che un tempo facevano parte della Jugoslavia e che per lunghi anni sono state, loro malgrado, costantemente sotto i riflettori. Quindi decisi, durante(scegliendo in base al tema) in queste zone e aggiungere un periodo di visitare alcune città.