13 Aprile 2006 | Croazia | turismo culturale

Dubrovnik, l'antica Ragusa

Dubrovnik, l'antica Ragusa

“La perla dell’Adriatico”, sul litorale dalmata, fondata nel VII secolo e dal tredicesimo uno dei principali porti del Mediterraneo. Circondata da due chilometri di mura, alte 25 metri con uno spessore di 6 metri. All’interno delle mura, il centro storico con edifici di straordinaria bellezza artistica come il Duomo, la cui costruzione iniziò con i soldi provenienti dal voto che Riccardo Cuor di Leone fece nel 1192 se si fosse salvato da una tempesta al largo di Dubrovnik. Danneggiata gravemente dal terremoto del 1667, Dubrovnik è riuscita a conservare il proprio patrimonio gotico e rinascimentale, le chiese e i monasteri, i palazzi e le fontane.

Danneggiato ancora negli anni ’90 dal conflitto armato, la ricostruzione è stata coordinata dall’UNESCO. La riviera di Dubrovnik è particolarmente rigogliosa di vegetazione mediterranea e caratterizzata da un mare bellissimo che non ha bisogno di presentazione. Meno consociuti sono gli itinerari verso l’interno che presentano scenari spettacolari, come quelli che si incontrano lungo la strada che porta alle Bocche di Cattaro (vedi Konavle), in Montenegro. Dubrovnik dista pochi chilometri (cinque per l’esattezza) dalla Bosnia ma pochissimi turisti percorrono la strada che porta verso questo paese, dove i segni della guerra sono ancora dolorosamente vivi.

 

Nel cuore di Konavle, a fianco del fiume Ljuta, si trova una trattoria a conduzione familiare che offre pietanze nostrane ecologiche, di carne alla brace, contorni e vini della casa.

Seosko Domacinstvo Monkovic 20217 Pridvorje – Ljuta
Tel. 020 791244 – Cell. 098 345459 

Konavoski Dvori a 30 km da Dubrovnik, a 3 km da Grude la cucina della tradizione dalmata tel: 00385 20 791039 oppure 00385 20 442573 fax: 385 20 791453