7 Agosto 2010 | Balcani

Esperienze di viaggio

Viaggi e non solo…

Le radici culturali della Bosnia-Erzegovina
(28 ottobre – 03 novembre 2006)
Da sempre terra di confine e frontiera, di incontro tra popoli, religioni e culture diverse, la Bosnia-Erzegovina racchiude in sé tutti i grandi sincretismi di cui è ricca l’Europa.
Viaggio di conoscenza e ricerca, in sintesi, ma anche stimolo per un arricchimento personale da coltivare autonomamente, terminato il viaggio, attraverso le pagine di un libro.

Viaggi e non solo…

Le radici culturali della Bosnia-Erzegovina
(28 ottobre – 03 novembre 2006)
Da sempre terra di confine e frontiera, di incontro tra popoli, religioni e culture diverse, la Bosnia-Erzegovina racchiude in sé tutti i grandi sincretismi di cui è ricca l’Europa.
Viaggio di conoscenza e ricerca, in sintesi, ma anche stimolo per un arricchimento personale da coltivare autonomamente, terminato il viaggio, attraverso le pagine di un libro.
(continua)

Balcani in treno
(14 ottobre – 22 ottobre 2006)
Prevediamo un programma che in nove giorni vi consentirà di giungere in una decina di località tra le più importanti dell’area balcanica, nei cinque Stati di Slovenia, Croazia, Serbia, Montenegro e Bosnia-Erzegovina: sarà come “tracciare un perimetro” dell’area balcanica ridefinita dai conflitti degli anni ’90.
(continua)

Antica Serbia
(28 agosto – 3 settembre 2006)
La Serbia, l’Europa di mezzo così vicina e così lontana. Questo viaggio ci permetterà di conoscere le diverse sfaccettature di questo bellissimo paese così vicino all’Italia, ma che spesso viene considerato distante anni luce da noi.
(continua)

Romania: dalla Bucovina alla Transilvania
(18 agosto – 26 agosto 2006)
La Romania è un paese bellissimo, ricoperto di boschi, pascoli ed immense campagne coltivate. Ricco di storia e di cultura. Ed è da qui che si può ripartire. Il senso del nostro viaggio con Giorgio Nita, maestro di musica e musicista di strada in una Trento che pure l’ha accolto ma non gli permette di vivere in maniera dignitosa con la propria famiglia, sta proprio qui.
(continua)

Da Trieste a Sarajevo in bicicletta
(4 giugno – 18 giugno 2006)
La manifestazione cicloturistica Trieste – Sarajevo prevista per la primavera 2006 (4 giugno -18 giugno 2006) si inserisce in un progetto che da tre anni alcune associazioni trentine stanno promuovendo nell’area dei Balcani: “Incontri con l’altra Europa- I Balcani in un percorso di turismo responsabile” con l’obiettivo di diffondere la pratica e la cultura di questa modalità di fare turismo per contribuire alla rinascita economica e sociale delle aree coinvolte attraverso forme di sviluppo autosostenibile. (continua)

Cipro- Nuova Frontiera d’Europa
(23 aprile – 30 aprile 2006)
L’Isola di Cipro è divisa dal 1974, anno dell’intervento militare dell’esercito turco, che ancora occupa la parte settentrionale per circa un terzo dell’estensione totale. La Turchia giustificò l’invasione, condannata dalle Nazioni Unite, con la necessità di difendere la minoranza turco-cipriota (18%) dal colpo di stato tentato da un gruppo di nazionalisti greco-ciprioti, con il supporto dei Colonnelli greci e controverse responsabilità estere. (continua)

Pasqua in Romania
(12 aprile – 18 aprile 2006)
La Romania è un paese bellissimo, ricoperto di boschi, pascoli ed immense campagne coltivate. Ricco di storia e di cultura. Ed è da qui che si può ripartire. Il senso del nostro viaggio con Giorgio Nita, maestro di musica e musicista di strada in una Trento che pure l’ha accolto ma non gli permette di vivere in maniera dignitosa con la propria famiglia, sta proprio qui.
(continua)