30 Ottobre 2008 | Balcani

Giorni dei funghi 2007

Giorni dei funghi 2007

Il quarto successo!

Boro Marić – Si è svolta la quarta edizione della manifestazione “Giorni dei funghi 2007” a Mrkonjic Grad. La più riuscita dell’edizioni precedenti. Non stiamo vantandoci. Il successo di quest’anno e’ raddoppiato rispetto all’anno scorso, almeno nel numero dei partecipanti.
Ancora stiamo raccogliendo le impressioni e annotiamo ciò che è potuto mancare nell’organizzazione dell’evento per poter migliorare .

Mentre il lavoro di riorganizzazione proseguirà, vi aggiorniamo con alcuni dati ripercorrendo le tappe principali degli appuntamenti.

Venerdi 28.09.

La manifestazione e’ iniziata con le proiezioni di film. Quest’anno abbiamo infatti collaborato con il Festival internazionale del cortometraggio “Kratkofil” di Banjaluka. Grazie ad un nostro concittadino, Miodrag Manojlović, vincitore del premio come migliore produzione a livello locale, siamo riusciti a contattare i rappresentanti di “Kratkofil”. L’ Agenzia per lo Sviluppo Economico ha offerto una delle sue sale per le proiezioni in programma. L’inizio dei lavori è stato sancito dall’intervento di Boris ƒåikić, rappresentante di “Kratkofil”.

Lo stesso giorno sono arrivati i primi rappresentanti delle associazioni dei micologi e gli ospiti da Banjaluka (Rafting klub “Kanjon”, “Kratkofil”, “Protok”), Sarajevo (Green Tour), Belgrado (La societa’ micologica con tre suoi rappresentanti), Krupanj (l’Associazione micologica “Krupanj”) Loznica (l’Associazione micologica “Banja Koviljaća”), Kragujevac (l’Associazione micologica “≈†umadija”), Rovinj (l’Associazione micologica “Agaricus”)…

La prima giornata si è conclusa con le presentazioni tra i partecipanti micologi e I preparativi per la giornata successiva.

Sabato 29.09.

La bellssima mattinata prometteva’ una giornata di sole e un gran numero di partecipanti. Verso le otto gli allievi della Scuola elementare ‚”Petar Koćić“, sotto la guida di loro maestro ≈Ωeljko Vućenović, hanno esposto in una mostra le loro opere: delle sculture a forma di fungo. Insieme a loro sono giunti anche i disegni dei bambini dell asilo “Miljo ƒêukanović”. Il mondo dei funghi visto dalla creatività dei piccoli .

Verso le nove sono finalmente arrivati altri partecipanti da Banjaluka, Prijedor, Doboj, Sarajevo, ≈†ipovo, Bugojno, Bihać, Beograd, Split. Con noi c’erano anche i rappresentanti dei media: RTRS, ATV i ≈†IK radio
Dopo le dieci, un gruppo di piu’ di 100 partecipanti, con un’eta che variava dagli 8 mesi ai 76 anni, e’ partito per la volta della montagna Lisina. Grazie agli impianti della Centrale Idroeletrica “Vrbas”, il Corpo Forestale “Lisina” e il comune di Mrkonjić Grad hanno assicurato il trasporto per 30 partecipanti, mentre gli altri sono partiti con le proprie autovetture. Dopo 15 chilometri di guida abbiamo lasciato le macchine e seguendo le istruzioni dettagliatamente siamo partitilentamente verso la nostra destinazione, il villaggio ≈†ibovi.

Nonostante che i funghi a Lisina questa volta non abbondavano come al solito in questa stagione , in breve tempo ne abbiamo raccolto 280 varietà diverse, tra I quali una grande quantita destinata a preparare gli eccelenti menù che avremmo degustato in seguito.Grazie alla presenza di veri e preparati conoscitori del mondo dei funghi e della natura che li ospita, come il signor Aleksandar Krapež della Societa’ micologica di Serbia, I partecipanti hanno potuto imparare molto sui segreti della raccolta dei funghi. Si e’ parlato molto anche del significato strettamente ecologico dei fungi e sulla neccesita’ di proteggere e conservarne la riproduttività.

Con il passare delle ore il tempo migliorava ed eravamo tutti rilassati guardando i bambini felici e I cercatori di funghi nei prati e nei boschi. Intenti nella ricerca…poi una buona minestra di fagioli preparata da alcuni amici del villaggio di ≈†ibovo. Vojo e Oliver. Dopo qualche ora di passeggiata all’aria fresca di montagna nessuno dei presenti e’ rimasto indifferente davanti alla calda e gustosa minestra .
Melisa che ha appena compiuto 76 anni ha camminato con tutti noi, alla ricerca di funghi, almeno per 5 chilometri. In suo onore, in onore della raccolta dei funghi e delle nuove amicizie nate, abbiamo brindato con delle bevande rinfrescanti e non. Vino e grappa (rakija) è stata offerta da Milan Jokić, produttore di vino di Banjaluka, che, con i suoi amici, ha trascorso la giornata con noi. Marinko Rakita di Rovinj ci hanno offerto formaggio e tartufi
Dopo una piccola pausa di riposo, verso le sedici partiamo per Mrkonjić Grad dove arriviamo dopo circa un’ora. I funghi raccolti li abbiamo consegnati a Rade Gašić colui che ne ha curato la scelta. Ci siamo fermati un’po a Podrašnica e alla Balkana, e poi la maggiorparte dei partecipanti si è diretta in albergo per la cena, dove ci aspettava la “tavola di Podrašnica” con il cibo preparato dall’Associazione femminile “Naša žena”(La nostra donna). Oltre al buon cibo abbiamo “gustato” la musica dei cori femminili; i canti delle stesse donne che hanno cucinato.

La giornata certo non poteva conlcludersi così. Rade e Mira sono rimasti a selezionare i funghi, mentre i più giovani hanno continuato a festeggiare fino a tardi. Alcuni sono tornati in albergo per aiutare a preparare i funghi per la degustazione del giorno successivo.Il gran lavoro dei nostri volontari ha davvero meritato I calorosi ringraziamenti da tutti noi.

Domenica 30.09.

Per tutta la mattina in cucina c’è stato un grande andirivieni per portare a termine I preparativi. Poi sono giunti ospiti il sindaco del comune, Zoran Tegeltija con il vicesindaco Slobodan ƒÜoćkalo, già nostro ospite il giorno precedente a Lisina, la presidentessa della assemblea comunale Divna Anićić, viceministro del Ministero del Turismo e dell’ Ambiente della Federazione di Bosnia Erzegovina Tomislav Lukić. Alle 12:30 e’ iniziata così la cerimonia ufficiale e il presidente dell’Associazione dei micologi di Mrkonjić Grad, Borislav Marić, ha salutato tutti gli ospiti presenti consegando le lettere di ringraziamento ai diversi sponsor,alle associazioni, ai collaboratori, e un regalo al piu’ giovane cercatore di funghi, Aleksandra Ivanović. Subito dopo il sindaco ha aperto la mostra micologica. Contemporaneamente gli interventi di Aleksandar Krapež (sul tema “Fungi come collaboratori”) e Rade Gašić (sulle specie velenose). E’ stato presentato inoltre, nel corso del pomeriggio, un libro di Mirjana Davidović dedicato al mondo dei funghi. In contemporanea al libro, la mostra fotografica a tema inaugurata già dal giorno precedente.

Alle quindici il tavolo per la degustazione era pronto. Anche questa volta la tavola era imbandita con una grande quantita’ e varietà di piatti a base di funghi. Dopo dieci minuti sul tavolo non e’ rimasto quasi niente! Circa duecento persone hanno goduto dei cibi deliziosi preparati dalle nostre amiche, dalle nostre madri e dalle nostre mogli… Grazie mille!

Lunedi, 01.10.

Numerosi allievi delle scuole superiori ed elementari, hanno visitato la mostra già dalla mattina presto fino a sera tardi, e si aveva l’impressione che la grande sala dell’ albergo era troppo piccola per ricevere tutti I piccoli ospiti. Rade e’ stato bravo di nuovo spiegando ai giovani ospiti I segreti dei funghi, stimolandoli a chiedere,ad ascoltare e ad imparare molte cose nuove. Un prete, docente di religione durante l’ora del suo insegnamento, ha preferito portare I suoi allievi alla mostra dei funghi piuttosto che tenerli in classe.

I nostri amici dall’associazione “Boletus” (Umago – Croatia) e l’associazione “Našice”, che non sono riusciti a raggiungerci durante il finesettimana sono finalmente arrivati. Li ringraziamo sinceramente per la loro visita e per aver contribuito al’organizazzione dell’evento che hanno arrichito portandoci una specie di fungo proveniente dalla lontana Istria. Si tratta infatti
dell’ aprezzato “tartufo bianco” (Tuber magnatum).

Alcuni rappresentanti dell’Istituto per la protezione di eredita’ culturale della Repubblika Srpska, con I quali collaboriamo ormai da molto tempo, sono venuti a farci visita. Il pomeriggio e’ stata chiusa la mostra, ma prima di andare via, abbiamo solo separato alcune specie di funghi che sarebbero servite per un’ servizio televisivo il giorno successivo, quando a farci visita sono stati I giornalisti della televisione statale.

Durante tutta la settimana successiva abbiamo ricevuto numerosi complimenti dai partecipanti per la buona organizzazione,per il sano divertimento,per le nuove amicizie e per I nuovi saperi utili appresi… Anche noi ringraziamo particolarmente tutti i partecipanti,i collaboratori e gli amici, e tutti coloro I quali volevano esserci ma, che per diverse ragioni, non hanno potuto.