5 Giugno 2013 | Balcani

Giovedì 27 giugno.

Giovedì 27 giugno.

La prima parte della giornata sarà dedicata a due momenti di riflessione pubblica: il mattino sulle buone pratiche emerse dal programma Seenet II, mentre nel pomeriggio si discuterà di sovranità alimentare con le comunità del cibo di Terra Madre, la rete mondiale di Slow Food. Dal tardo pomeriggio spazio alle narrazioni e alla musica provenienti dal Sud-Est Europa.   

 

Programma della giornata

 

Ore 9.30, Castello del Buonconsiglio – Sala Marangonerie

Conferenza: Approcci innovativi e nuove pratiche di Turismo Sostenibile nei Balcani 

Le azioni progettuali implementate all’interno del Programma “Seenet II – Una rete trans locale per la cooperazione tra Italia e sud-est Europa”  si sono ispirate ad alcune tra le esperienze più significative ed innovative di valorizzazione del territorio attraverso il turismo: l’albergo diffuso, l’ecomuseo, gli itinerari gastronomici, il museo all’aperto, le reti di agriturismo. Ma come queste sono state tradotte e metabolizzate dai territori del Sud-Est Europa? Come i contesti sociali, economici e culturali hanno accolto questi stimoli creando nuove pratiche di turismo sostenibile? Riflessioni e prospettive dalla voce dei protagonisti del progetto.


Relatori:

– Gino Baral, Regione Piemonte

– Gert Guri, Università di Trento

– Luca Lietti, Associazione Trentino Balcani

– Selma Nametak, Oxfam Italia

– Lazar Nisavic, Sodalis

Modera: Francesca Vanoni, Osservatorio Balcani e Caucaso

 

Ore 15.30, Castello del Buonconsiglio – Sala Marangonerie

Workshop: Saperi da proteggere: la sopravvivenza del patrimonio culturale gastronomico nella aree rurali europee

Come possiamo proteggere il nostro patrimonio culturale e gastronomico? Come coniugare innovazione e tradizione per raggiungere questo obiettivo?  Come ama dire Carlo Petrini, l’innovazione è una tradizione ben riuscita: le Comunità del Cibo di Slow Food Trentino Alto-Adige, Friuli-Venezia Giulia, Bulgaria, Serbia e Albania si confronteranno sulle problematiche comuni, cercando di creare le premesse per lo scambio di Buone Pratiche.

Relatori:

– Sergio Valentini, presidente di Slow Food Trentino-Alto Adige

– Massimiliano Plett, Presidente di Slow Food Friuli-Venezia Giulia

– Dessislava Dimitrova, Coordinatore Slow Food per i Balcani e membro della presidenza di Slow Food Internazionale

 I delegati delle comunità del cibo di Terra Madre provenienti da Trentino-Alto Adige, Friuli-Venezia Giulia, Albania, Bulgaria e Serbia

Modera: Walter Nicoletti, giornalista

Ore 19.00, Castello del Buonconsiglio – Chiostro

Un caffè da Lutvo

Le parole di Michele Nardelli si intrecciano con alcuni frammenti odeporici di Paolo Rumiz, a partire da un testo inedito scritto unicamente per quest’occasione dallo scrittore e giornalista triestino. Letture dell’attrice Roberta Biagiarelli. Accompagnamento dal vivo del violinista Mario Sehtl.

Ore 20.30, Castello del Buonconsiglio – Chiostro

Degustazioni in dialogo tra Balcani e Trentino

Buffet degustativo a cura di Slow Food Trentino Alto-Adige: i Cuochi dell’Alleanza incontrano le Comunità del Cibo di Terra Madre provenienti da Albania, Bulgaria e Serbia reinterpretando i loro prodotti locali attraverso la cultura gastronomica trentina.

Ore 21.00, Castello del Buonconsiglio – Chiostro

Concerto del quartetto J’Haz Klezmori

J’Haz Klezmori nasce nel 2008 dall’incontro di quattro giovani musicisti provenienti dal conservatorio di Novi Sad, uniti dal desiderio di indagare e preservare la tradizione musicale ebraica ed in particolare il repertorio klezmer, espressione musicale della cultura ashkenazita. In questi cinque anni J’Haz Klezmori si è esibito prevalentemente in Serbia, collaborando con l’emittente radiofonica Vojvodina e partecipando all’edizione 2010 di Bitef, il prestigioso festival teatrale che si tiene ogni anno a Belgrado nel mese di settembre.

Leon Kajon, clarinetto.

Roman Bugar, violino.

Julija Bal, pianoforte.

Roni Beraha, violoncello.

 

Programma: 27 giugno | 28 giugno | 29 giugno