12 Luglio 2006 | Balcani | turismo culturale

Gnomi, mostri e il sogno balcanico

di Filippo D’Angelo. C’è un periodo dell’anno in cui gli gnomi, creature miti ma pazzerelle, non resistono al richiamo della natura: quello dei primi caldi sulle montagne, con la neve che si scioglie e riempie i fiumi e i cuori, mettendo addosso una voglia di acque nuove, di luoghi mai visti. In questo periodo un gruppo di essi, dapprima sparuto poi numeroso, decise che era tempo di partire. Il vecchio gnomo che li guidava non era il più saggio ne’ il più forte, ma aveva un sogno nella mente, e tutti lo seguirono. Era la fine di aprile, e si ritrovarono in trenta su quella nave, verso i Balcani misteriosi, verso quei monti aspri e quei fiumi che nessuno sa dove conducano.