11 Gennaio 2010 | Balcani

Itinerari

Su e giù per l’Albania. Tre itinerari
Questi tre itinerari sono stati proposti da Cactus, associazione culturale ARCI nata a Forlì nel 1999.Cactus si propone di creare uno spazio che possa coinvolgere, nelle proprie attività, in particolare gli studenti dell’università di Bologna, sede distaccata di Forlì.

______________________________________________________

Il parco naturale di Butrint

Su e giù per l’Albania. Tre itinerariQuesti tre itinerari sono stati proposti da Cactus, associazione culturale ARCI nata a Forlì nel 1999.Cactus si propone di creare uno spazio che possa coinvolgere, nelle proprie attività, in particolare gli studenti dell’università di Bologna, sede distaccata di Forlì.

______________________________________________________

Il parco naturale di Butrint
Il Parco di Butrint vi aspetta per trasformarsi davanti ai vostri occhi da sito “virtuale” a una realtà incantata tutta da scoprire

______________________________________________________

Tirana
Artan Puto – Misure preventive per migliorare l’edilizia urbana. Accanto all’ottimismo del sindaco della capitale albanese, Edi Rama, il prestigioso progetto di uno studio francese di architettura urbanistica

______________________________________________________

La terra delle aquile
Avventure solidali – Ultimo di tre viaggi nella “Terra delle aquile” per superare pregiudizi e false informazioni su questo sorprendente paese e favorire l’incontro tra i popoli.

______________________________________________________

Scoprire l’Albania dal mare o dai monti
Francesca Rolandi – Due sono gli itinerari in Albania proposti dall’associazione Viaggi e miraggi, societa’ cooperativa Onlus che si pone come fine la promozione di viaggi di turismo responsabile in Italia e all’estero. Entrambi offrono uno sguardo sulla realta’ albanese da prospettive insolite e per questo motivo particolarmente interessanti.

______________________________________________________

Tra arte, natura ed escursionismo
“Outdoor Albania” e’ il nome di un tour operator che organizza viaggi di diversa lunghezza alla scoperta delle bellezze naturalistiche e delle tradizioni storiche di un paese che, come l’Albania, e’ rimasto a lungo escluso dalle rotte del turismo internazionale. In particolare ai turisti vengono offerti due consolidati itinerari, uno nel nord e uno nel sud dell’Albania.
______________________________________________________

L’Albania in Mtb
Nicola Borzio – Non è bastato il mare per togliersi di dosso alcuni pregiudizi. Ma dopo pochi chilometri di pedalate ha vinto la fascinazione del viaggio. Riceviamo e volentieri pubblichiamo.
______________________________________________________

Apollonia
La prossimità alla costa adriatica e l’accesso al mare, consentitole dall’antico fiume Aos l’attuale Viosa di cui si scorge l’alveo prosciugato in seguito ad un terremoto violentissimo che nel IV secolo ne modificò il corso, non sono che alcune delle numerose ragioni che fecero la grandezza della città la quale divenne celebre anche per la scuola filosofica frequentata dalla nobiltà romana e per la scuola di scultura di stile ellenistico; basti pensare che ad Apollonia studiò Augusto.
______________________________________________________

Principali catene montagnose albanesi
Le Alpi Albanesi separano a nord il paese dal Montenegro e dal Kossovo. Nella regione settentrionale si trovano alcune delle maggiori cime del paese: il monte Jezerca di 2.694 metri, il Radohima di 2.569 metri e lo Shkelzen di 2.407.
______________________________________________________


Sui laghi di Prespa

di Tanya MangalakovaI due laghi di Prespa (il Grande e il Piccolo) segnano il confine tra Grecia, Macedonia ed Albania. Una regione montagnosa, dura e incontaminata, segnata da forte emigrazione e che spera oggi nello sviluppo del turismo sostenibile.