• Siete in: home >
  • Paesi

Kosovo

Il Kosovo si estende su un'area di circa 10.800 kmq (poco più grande di una regione come l'Umbria). E' un altopiano situato all'altezza di 500 metri, circondato da catene montuose che lo separano a Nord-Ovest dal Montenegro, a Nord-Est dalla Serbia e a Sud da Albania e Macedonia.

Il clima e' di tipo continentale. Non sono presenti statistiche demografiche ne' dati riguardanti la composizione etnica della popolazione attendibili; in passato come ora, su questo argomento si registrano contrapposizioni, manipolazioni ed interpretazioni fortemente ideologiche delle parti coinvolte nel conflitto.

Secondo le stime la popolazione totale del Kosovo sarebbe di circa 2.120.000 abitanti, dei quali il 92% apparterrebbe alla comunità albanese, il 5,3% a quella serba e il 2,7% alle minoranze gorana (musulmani di etnia slava), bosniaca, rom, turca. La popolazione e' in grande maggioranza musulmana; la comunita' serba e' nella quasi totalita' di fede ortodossa ed esistono delle minoranze cattoliche.

La popolazione kosovara è la più giovane d'Europa con circa il 50% di persone sotto i 20 anni. Il nucleo familiare medio è composto da 6-7 persone (tenendo conto che l'alto numero di figli è una caratteristica della società albanese più che di quella serba).

Dopo il bombardamento NATO della primavera del 1999 ed il ritiro di polizia ed esercito serbo la regione è stata amministrata dall'UNMIK (Nazioni Unite). Il Kosovo ha proclamato unilateralmente la sua indipendenza dalla Serbia il 17 febbraio 2008. I cittadini dell'Unione Europea possono entrare nel paese con un passaporto in corso di validita'.

Lingue utilizzate: albanese, serbo.

Moneta: Euro. Il dinaro serbo circola ancora nelle aree ad etnia serba (soprattutto nel Nord del Paese).

 Passaporto: è richiesto il passaporto con validità residua di almeno 6 mesi alla data di arrivo (e comunque superiore alla data di fine del soggiorno se è superiore ai sei mesi di permanenza). All’ingresso (anche in aeroporto) viene apposto un timbro che consentirà l’ingresso e la permanenza in Kosovo per un periodo di 90 giorni (rinnovabile).

Viaggiatori con animali: non esiste, per il momento, una normativa specifica sull’ingresso di animali domestici. Si raccomanda in ogni caso di portare con sé certificato sanitario. Per quanto riguarda animali da allevamento e vegetali, nei Valichi è presente uno specialista fito-veterinario (impiegato dal Comune nel quale si trova il Valico di Frontiera) che svolge servizio di verifica e controllo delle merci importate.

Ambasciata d'Italia a Pristina:

Azem Jashanica 5, Dragodan, Pristina
Tel 00381 38244925.
Tel diretto ufficio visti 00381 38244923 (lunedi-giovedi, ore 11.00-13.00).
Fax 00381 38 244929.
Fax ufficio visti 00381 38244924
E-mail:  pubblico.pristina@esteri.it
E-mail ufficio visti: visti.pristina@esteri.it

Cellulare sede (solo per emergenze): 0037744 393591/ 0037744 185 163.


Prizren

 

Kosovo

Scoprire i Balcani – tour promozionale marzo 2017

Dal 2 al 25 marzo saremo in giro per l'Italia a presentare la seconda edizione della nostra guida "Scoprire i Balcani". Accanto ad Eugenio Berra, curatore della guida, si affiancheranno in veste di relatori numerosi collaboratori di Osservatorio Balcani e Caucaso Transeuropa; ViaggieMiraggi; Radio popolare. Al termine delle presentazioni è prevista una degustazione di prodotti della rete Terra Madre di Slow Food proveniente dal Sud Est Europa. 

[continua]



 

dedicato alle scuole

Il progetto

[continua]



Testimonianze dai viaggi passati

[continua]



Proposte

[continua]



Confine orientale: attorno al “Giorno del ricordo”

Il 30 marzo 2004 è stata promulgata la legge n.92/2004, che riconosce il 10 febbraio come “Giorno del ricordo” in memoria delle vittime delle foibe, dell’esodo giuliano-dalmata e delle vicende del confine orientale.    

[continua]



Memorie del “secolo breve”

 Da sempre terra di confine e frontiera, la Bosnia-Erzegovina è stata (e in parte è ancora) una grande lezione di tolleranza religiosa e convivenza multietnica.

[continua]



Libreria

Kosovo. Viaggi nel sangue e nel miele

di Zoe Salander. Rompere lo stereotipo del Kosovo come perenne teatro di guerra, e uscire dagli schemi usurati della "letteratura da internazionale nei Balcani". Un compito difficile, ma che sembra essere riuscito ad Elizabeth Gowing, autrice di Travels in blood and honey. Becoming a beekeeper in Kosovo. Un libro dalla prosa poetica e commovente, fatto di molto miele e poco sangue. Dialogo con l'autrice. Fonte: Osservatorio Balcani Caucaso

[continua]



Associazione Viaggiare i Balcani: Via Vicenza 5 - 38068 Rovereto (TN)
tel. +39 3398084928
C.F 96081670224