29 Marzo 2007 | Balcani

Primavera serba : viaggio fra le passioni

Primavera serba : viaggio fra le passioni
(29 aprile – 4 maggio 2007)

Viaggio del Turismo responsabile

Un itinerario che ci porterà a conoscere numerosi volti della Serbia, tra modernità e tradizione, spirito nazionale e devozione religiosa, progetti per lo sviluppo del Paese e pesanti eredità del passato.

Si entrerà in Serbia dalla porta principale, visitando il centro storico della capitale Belgrado, che ci appare come un frequentatissimo salotto – amato da uomini e donne di tutte le generazioni – e ci trasmette il senso della grandezza del passato e le incertezze di un presente e di un futuro ancora da decifrare.

Primavera serba : viaggio fra le passioni(29 aprile – 4 maggio 2007)

Viaggio del Turismo responsabile

Un itinerario che ci porterà a conoscere numerosi volti della Serbia, tra modernità e tradizione, spirito nazionale e devozione religiosa, progetti per lo sviluppo del Paese e pesanti eredità del passato.

Si entrerà in Serbia dalla porta principale, visitando il centro storico della capitale Belgrado, che ci appare come un frequentatissimo salotto – amato da uomini e donne di tutte le generazioni – e ci trasmette il senso della grandezza del passato e le incertezze di un presente e di un futuro ancora da decifrare.

Passeremo poi a Oplenac, a sud di Belgrado, per la visita di uno dei luoghi di maggiore importanza per lo spirito nazionale serbo: una sorta di sacrario dove è possibile ritrovare le radici della dinastia reale Karadjordjevic e dove si sentono ancora gli echi della lotta ottocentesca per la liberazione dal lunghissimo dominio turco ottomano.

Esploreremo poi la realtà di Kragujevac, città sede dell’immenso complesso industriale Zastava. Qui, a partire dal 1953 sono state prodotte centinaia di migliaia di automobili su licenza FIAT destinate a diventare un mito per intere generazioni della Jugoslavia.
Le guerre degli anni ’90, la disintegrazione politica ed economica della Jugoslavia ed i bombardamenti NATO del 1999 avevano messo in ginocchio quest’industria che aveva dato lavoro alla città intera. Oggi la Zastava tenta la via della ripresa grazie al rinnovato legame con la FIAT, mentre la numerosissima comunità di tecnici ed operai – padri e figli che in quest’azienda hanno speso la propria esistenza – cerca con fatica nuove vie per garantirsi un presente ed un futuro dignitosi. Qui avremo la possibilità di visitare gli stabilimenti e incontrare i lavoratori ed i responsabili della fabbrica, che ci racconteranno le vicende di questa città-industria.

Ci trasferiremo quindi a Kraljevo, dove verremo accompagnati nella visita delle bellezze del luogo dalle associazioni locali: immagini di secoli lontani, spiritualità e natura libereranno per noi le loro energie, il loro fascino ed il loro carico di messaggi per essere vissuti con stupore e rispetto.
In mattinata visiteremo la “Put Vode” (“Strada dell’acqua”), progetto promosso dall’associazione “Tavolo Trentino per la Serbia” con l’obbiettivo di coinvolgere il settore pubblico e quello privato nello sviluppo del proprio territorio, combinando conoscenze e risorse locali con metodologie e approcci innovativi.
La Put Vode si estende su tre piccoli territori del comune di Kraljevo dove le strade asfaltate e i sentieri che si sviluppano lungo i numerosi corsi d’acqua collegano fra loro monasteri, castelli, terme e paesaggi di rara bellezza.
Pranzeremo presso l’antica trattoria “Kafana kod Mira”, vera chicca per gli amanti della buona cucina tradizionale.
Nel pomeriggio visiteremo l’antico monastero di Studenica e la città-fortezza di Maglić, ricostruita nel XIII secolo all’inizio della gola del fiume Ibar e teatro di molte leggende e misteri.

Il viaggio nello spirito serbo proseguirà con la visita ai Monasteri di Ravanica e Manasija, perle dell’arte medievale, centri di cultura e di spiritualità, rifugi dell’ortodossia nei tempi della minaccia turca.
A Ravanica, sosteremo presso le spoglie del principe Lazar, eroe serbo della celebre battaglia del Campo dei Merli (Kosovo Polje, 1389) contro l’esercito turco ottomano. Venerate da secoli come reliquie, le ossa del condottiero serbo richiamano le radici profonde e la perpetua attualità della Storia del popolo serbo: esse rappresentano un passato che mantiene la forza della carne e del sangue, capace di infondere il suo spirito alle vicende storiche serbe di ogni epoca: dalle lotte di liberazione dell’Ottocento alle guerre balcaniche di inizio ‚Äò900, dal processo violento di dissoluzione della Jugoslavia all’attuale scontro per il possesso del Kosovo.

Programma di viaggio:

domenica 29 aprile

Partenza da Trento, con fermate a Padova (Stazione FFSS) e Trieste (Villa Opicina).
Arrivo a Samobor nel tardo pomeriggio, dove sono previste una breve visita del centro cittadino, la cena e il pernottamento.

lunedì 30 aprile

Partenza da Samobor e arrivo a Belgrado nel primo pomeriggio: pranzo e visita del centro storico della capitale serba.
Ripartenza per Topola-Oplenac, dove si cenerà e si pernotterà.

martedì 1 maggio

Al mattino visita di Topola-Oplenac. Successivo spostamento a Kragujevac per la visita della città di e degli stabilimenti Zastava
Cena e pernottamento in agriturismo nei pressi di Kraljevo .

mercoledì 2 maggio

Visita della Strada dell’acqua, con vista di monasteri, castelli, terme e paesaggi del territorio circostante. Pranzeremo presso l’antica trattoria “Kafana kod Mira”
Nel pomeriggio visita dell’antico monastero di Studenica e della città-fortezza di Maglic,
Cena e pernottamento in agriturismo nei pressi di Kraljevo .

giovedì 3 maggio

Visita dei monasteri di Ravanica e Manasija.
Partenza nel pomeriggio per Nova Gradiška-Rešetari in Croazia, dove ci fermeremo per la cena il pernottamento.

venerdì 4 maggio

Partenza al mattino in direzione Italia. Sosta a Jasenovac e presso il Castello di Otoćec per il pranzo.
Arrivo previsto in serata a Trento, con fermate a Trieste (Villa Opicina) e Padova (Stazione FFSS).

Quota di partecipazione 650 euro

La quota di partecipazione comprende: Pullman Gt da Trento, Padova e Trieste con autista # Accompagnatore # 5 notti in agriturismo e albergo con prima colazione # 6 cene più pranzo del quinto giorno con bevande incluse # Visite guidate ed incontri come da programma con eventuali ingressi # Assicurazione

Documenti necessari

Passaporto in corso di validità per l’ingresso e il soggiorno in Serbia. Non è sufficiente la carta d’identità valida per l’espatrio.

Avvertenze

Il presente programma può essere soggetto a variazioni, sia prima che in corso di viaggio, in base al clima, alle esigenze dei viaggiatori e delle comunità che ospitano il gruppo di viaggiatori.

Prenotazioni entro il 23 Aprile 2007. Minimo 10 partecipanti.Con un numero di partecipanti inferiore a 13 la quota di partecipazione potrà subire una variazione compresa fra i 40 ed i 120 euro (che verrà comunicata alla scadenza delle prenotazioni).

Organizzazione tecnica: Agenzia Viaggi ETLI-TN – Corso Rosmini, 82/a, 38068 Rovereto (TN)

Per informazioni e prenotazioni : info@viaggiareibalcani.it oppure 334\2555116