28 Febbraio 2016 | Serbia | viaggio

Attraversando la Serbia. Fede, tradizione, mito. Dal 1 al 5 giugno

Attraversando la Serbia. Fede, tradizione, mito. Dal 1 al 5 giugno

Dalla Cattedrale di San Sava fino ai minareti del Sangiaccato di Novi Pazar, scorrendo le perle della cultura e della civiltà serba come i grani di un rosario stretto in una mano.

Muovendo i primi passi da Belgrado, si punta dritti verso sud, percorrendo la Valle dell’Ibar, il fiume su cui si affaccia e si specchia tanta Storia della Serbia e del suo popolo: i monasteri ortodossi d’impronta bizantina, i pilastri della vita politica e militare del Medioevo e delle epoche più vicine, i racconti del popolo serbo e sul popolo serbo sono i grandi protagonisti di un’esperienza che si completa … a tavola, tra rakija e piatti tipici che esprimono tutta l’ospitalità e la passione di uomini e donne che amano con passione la propria terra.

 


La fortezza di Maglic      


PROGRAMMA DI VIAGGIO

scarica il programma in pdf


Primo giorno, mercoledì 1 giugno: Italia – Belgrado

Partenza dagli aeroporti di Milano, Roma e Venezia ed arrivo a Belgrado in tarda mattinata. Trasferimento in autobus riservato in città. Pranzo libero e visita guidata del cuore storico della capitale serba. Cena e pernottamento in città.

Secondo giorno, giovedì 2 giugno: Belgrado – Topola – Monastero di žiča – Kraljevo

Colazione e trasferimento a Topola-Oplenac, presso il mausoleo della famiglia reale Karadjordjević che, in alternanza con la dinastia Obrenović, ha guidato il popolo serbo dall’insurrezione contro la plurisecolare presenza turco ottomana alla complessa fase del Regno di Jugoslavia. Pranzo libero e ripartenza, per la visita del Monastero medievale di Žiča nei pressi della città di Kraljevo. Realizzato dal primo sovrano serbo Stefan Nemanjić nella prima parte del XII secolo, distrutto e ricostruito nel corso dei secoli, il complesso è stato centro della vita spirituale e di importanti momenti della vita politica della Serbia medievale. Cena e pernottamento a Kraljevo

Terzo giorno, venerdì 3 giugno: Kraljevo – Novi Pazar – Monastero di Sopoćani – Studenica

Dopo la colazione, lasciata Kraljevo, si giunge a Novi Pazar, situata nel cuore della regione storica di Raška e centro principale del Sangiaccato, a forte presenza di fedeli musulmani. Visita della città, che deve il nome alla sua funzione storica di crocevia di carovane commerciali che da larga parte dei Balcani trovavano in questa città un punto di arrivo, smistamento e ripartenza. Pranzo libero. A poca distanza visita del Monastero di Sopočani, edificato da Stefan Uroš I Nemanjić – figlio del costruttore di Žiča – a partire dalla metà del XIII secolo. Attivo anche nel periodo della dominazione turco ottomana, dal 1979 il monastero è iscritto nella lista UNESCO dei beni Patrimonio dell’Umanità. Trasferimento a Studenica per cena e pernottamento nella foresteria dell’omonimo monastero.

Quarto giorno, sabato 4 giugno: Monastero di Studenica – Fortezza di Maglić – Gledić – Kragujevac 

Colazione e visita del Monastero di Studenica, edificato nel 1190 da Stefan Nemanjić e tutelato dall’UNESCO. Qui ha condotto la sua vita spirituale il figlio Sava, tra i santi più venerati della tradizione serbo ortodossa e qui l’occupazione dei “turchi usurpatori” ha esercitato una forte pressione sui monaci. A Maglić visita della fortezza del XIII secolo, realizzata in posizione strategica lungo un’ansa del fiume Ibar, a protezione della via che dalla Grande Morava porta in Kosovo. Pranzo a Bogutovac, presso il ristorante “kod Mira”, per apprezzare la ricchezza della cucina locale. Trasferimento al presidio Slow Food di Gledić, apprezzatissimo per la sua produzione di grappa di prugne “Crvena Ranka”. Cena organizzata alla fattoria della famiglia di DraganaVeljović, presidente dell’associazione “Crvena Ranka” e fiduciaria del presidio. Pernottamento a Kragujevac

Quinto giorno, domenica 5 giugno: Kragujevac – Zemun – Italia 

Colazione e breve visita del centro di Kragujevac, noto per la presenza della fabbrica di automobili Zastava, prodotte su licenza Fiat a partire dagli anni ’50. Tra i modelli più noti spicca la Fiat 600, comunemente detta Fićo“, ancora oggi in circolazione in tutta la ex-Jugoslavia. Arrivo a Zemun per il pranzo libero e per una breve visita del suo cuore storico. Città di confine dell’Impero austro-ungarico rispetto alla dirimpettaia Belgrado, pur essendo oramai a contatto con la capitale serba per via dell’espansione di Novi Beograd, Zemun conserva la consapevolezza e l’orgoglio della sua storia e della sua identità rispetto ai vicini … turchi. Trasferimento all’aeroporto di Beograd Surčin ed imbarco per Milano, Roma e Venezia.


Quota di partecipazione minimo 14 paganti: € 410,00
 

Quota di partecipazione minimo 16 paganti: € 395,00


La quota di partecipazione comprende:
Trasferimenti in pullman riservato # accompagnatore/mediatore culturale dall’Italia # Pernottamenti con prima colazione come da programma # Cene con bevanda inclusa # Visite guidate ed incontri come da programma # Assicurazione medico e bagaglio. 

La quota di partecipazione non comprende: Biglietto aereo Italia – Belgrado – Italia; extra personali, ingressi, mance e quanto non indicato ne “la quota comprende”. Eventuale supplemento stanza singola Euro 100,00

Documenti necessari: carta d’identità in corso di validità senza rinnovo con timbro.

La quota non comprende il biglietto aereo Italia – Belgrado – Italia.
Per comodità di viaggio Viaggiareibalcani propone i seguenti voli, operati dalla compagnia Air Serbia. La quotazione del biglietto dipende dalla disponibilità al momento della prenotazione dello stesso.  Il biglietto è acquistabile individualmente o tramite l’Associazione Viaggiareibalcani.


OPERATIVO VOLI PROPOSTI:

01/06: Malpensa 09.40 – Belgrado 11.20

05/06: Belgrado 18.25 – Malpensa 20.10


———————

01/06: Fiumicino 09.50 – Belgrado 11.15

05/06: Belgrado 17.55 – Fiumicino 19.25

 


———————-

01/06: Venezia 06.45 – Fiumicino 07.50

Fiumicino 09.50 – Belgrado 11.15

05/06: Belgrado 17.55 – Fiumicino 19.25

Fiumicino 21.30 – Venezia 22.35

 

 In alternativa al volo aereo è possibile raggiungere Belgrado con pullman di linea notturno dalle principali città del nord Italia. Per informazioni circa orari, pernottamenti extra e costi del servizio potete contattarci all’indirizzo sott‘indicato 


Iscrizioni entro il 2 maggio 2016 e comunque sino ad esaurimento posti.

Acconto di € 200,00 da versare all’atto dell’iscrizione; Saldo entro il 9 maggio 2016.

Numero minimo di partecipanti 14 (Se il numero minimo non verrà raggiunto 20 giorni prima della partenza, il viaggio verrà annullato e l’acconto versato interamente restituito).

Per informazioni ed iscrizioni: info@viaggiareibalcani.net oppure 339/1246822 

Organizzazione tecnica: Agenzia Viaggi ETLI-TN 

Corso Rosmini, 82\A 38068 Rovereto (Tn)