2 Marzo 2016 | Macedonia | viaggio

Macedonia, un piccolo paese custode di grandi tesori. Dal 15 al 22 luglio

Macedonia, un piccolo paese custode di grandi tesori. Dal 15 al 22 luglio

Abbracciato a nord dai monti Šar e riscaldato dagli aliti mediterranei provenienti dal mar Egeo che pure non lo bagna, questo piccolo paese – dichiaratosi indipendente dalla Jugoslavia nel 1991 – è un microcosmo di straordinaria varietà culturale e paesaggistica.

 

 

Alcune tra le più belle čaršije e moschee della regione balcanica convivono con antichi monasteri ortodossi; pini e genziane che scendono dalle montagne a sfiorare i pescatori del lago di Ohrid; tradizioni musicali amate da generazioni di jugoslavi… a tutto ciò si aggiunge una grande diversità gastronomica testimoniata da una rete Slow Food tra le più vivaci della regione: in Macedonia sono infatti presenti ben tredici Convivia, quattro Presìdia e dodici comunità del cibo Terra Madre.

Il viaggio è ideato da Viaggiare i Balcani in collaborazione con Slow Food in Macedonia (www.slowfood.mk) e ViaggieMiraggi Onlus per il turismo responsabile (www.viaggiemiraggi.org)

La čaršija di Skopje

Programma di viaggio

 

Primo giorno, venerdì 15 luglio: Arrivo a Skopje

Partenze libere in aereo da Bergamo Orio al Serio o altro aeroporto. Arrivo a Skopje dei partecipanti, incontro con il nostro mediatore culturale e trasferimento in pullman privato per l’albergo***. Sistemazione in albergo e cena presso ristorante tradizionale nel centro città.

Secondo giorno, sabato 16 luglio: Skopje

Prima colazione in hotel. Al mattino visita guidata della čaršija, il vecchio centro commerciale ottomano. Al termine sosta presso il centro culturale “Menade”, dove incontreremo un attivista locale che ha preso parte al vasto movimento di opposizione al progetto di rigenerazione urbana “Skopje 2014”. Assieme a lui ci inoltreremo lungo i nuovi faraonici monumenti eretti negli ultimi anni, decifrandone i significati politici soggiacenti. Alle ore 13 trasferimento in bus privato al ristorante “Oreov lad”, membro della rete di Slow Food in Macedonia. Il pomeriggio sarà dedicato alla natura con la visita al canyon di Matka, quindi ritorno in hotel per un breve riposo prima della cena nel centro cittadino. 

Terzo giorno, domenica 17 luglio: Skopje-Tetovo-Bigorski-Galičnik-Vevčani

Prima colazione in hotel. Partenza per Tetovo (1 ora) e visita alla šarena dzamija, l’antica moschea del quindicesimo secolo resa unica dagli affreschi a carattere floreale e paesaggistico che ricoprono le sue facciate. Partenza per Jance (1 ora) e pranzo presso il ristorante tradizionale “Tutto” di Tefik Tefikovski, tra i fondatori del presìdio Slow Food del formaggio d’alpeggio Mavrovo Reka. Nel primo pomeriggio visita al monastero di San Giovanni Bigorski (1,5 ore) con la sua splendida iconostasi, tra i più raffinati esempi di arte lignea medioevale. Al termine della visita spostamento al vicino villaggio di Galičnik (30 minuti), dove potremo assistere al rito tramandato nei secoli conosciuto come il “Matrimonio di Galičnik”, tra parate e danze scandite dal suono di zurne e timpani. Nel tardo pomeriggio spostamento a Vevčani (1 ora) e sistemazione in hotel***. Cena e pernottamento in hotel.

Quarto giorno, lunedì 18 luglio: Bigorski-Ohrid-Sveti Naum

Prima colazione in hotel. Dopo una breve passeggiata nel centro del paese, partenza per Ohrid (30 minuti). Il mattino e parte del pomeriggio saranno dedicati alla visita della cittadina affacciata sul lago omonimo, chiamata nel medioevo la “Gerusalemme slava” e oggi protetta assieme al suo lago come Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. Pranzo in ristorante a gestione familiare nei pressi della chiesa di San Giovanni Caneo. A metà pomeriggio minicrociera nel lago Ohrid sino al monastero di Sveti Naum, dove ceneremo e alloggeremo presso la foresteria.

Quinto giorno, martedì 19 luglio: Sveti Naum-Stenje-Bitola

Prima colazione preparata dai monaci presso il refettorio della foresteria. Dopo una visita al complesso monastico, trasferimento in bus al villaggio di Stenje (1,5 ore) situato sul lago di Prespa al confine tra Macedonia, Albania e Grecia. Il pranzo organizzato dalla comunità di pescatori del luogo ci permetterà di scoprire l’antica tradizione culinaria dei pesci essicati “cironki”, oggi valorizzati da Slow Food all’interno del progetto “Arca del gusto”. Nel primo pomeriggio trasferimento in bus a Bitola (1,5 ore) e sistemazione in pensione***. Visita della splendida čaršija, tra le meglio conservate di tutti i Balcani, e del restante centro cittadino. Cena organizzata dai membri di “Slow Food Bitola” accompagnati da un ensemble di musica tradizionale macedone.

Sesto giorno, mercoledì 20 luglio: Bitola-Kavadarci-Demir Kapija

Prima colazione in pensione. Trasferimento in pullman nella regione di Tikveš, la cui secolare vocazione vitivinicola è ancor oggi testimoniata dai numerosi vigneti a punteggiarne il paesaggio, nonché le aziende e cantine presso cui assaporare il vino locale esportato in tutta la regione. Arrivo a Kavadarci per il pranzo ospiti del convivium Slow Food Tikveš. Nel pomeriggio spostamento a Demir Kapija (20 minuti), visita al museo del vino e sistemazione in hotel***. Cena presso la cantina dell’hotel con degustazione di vini locali. Al termine della cena un ensemble di ottoni provenienti dalla comunità rom si unirà al gruppo per concludere la serata all’insegna delle danze lungo i ritmi frenetici di questi repertori musicali.

Settimo giorno, giovedì 21 luglio: Demir Kapija-Stobi-Skopje

Prima colazione in hotel***. Partenza per Stobi e visita al sito archeologico testimone della più importante ed estesa città del tardo Impero romano nell’attuale Macedonia, di recente inserita nella lista del World Monument Watch dell’Unesco. Al termine della visita ritorno a Skopje, sistemazione e pranzo in hotel***. Nel pomeriggio visita alla chiesa bizantina del dodicesimo secolo dedicata a San Pantaleone, poi passeggiata all’interno della montagna di Vodno. Ritorno in hotel per un breve riposo prima di spostarci nel centro cittadino per un ultimo giro libero e cena presso ristorante tradizionale. Al termine della cena sarà organizzato il secondo momento di riflessione del viaggio con una ONG locale per parlare di migranti e del ruolo della Macedonia all’interno della “rotta balcanica”, con un focus sulla risposte date da istituzioni e società civile.

Ottavo giorno, venerdì 22 luglio: Skopje-Italia

Colazione in hotel. Trasferimento in aeroporto in tempo utile per l’imbarco sul volo per Bergamo Orio al Serio o altro aeroporto. Termine servizi.

 

Quota di partecipazione:

Minimo 10 Partecipanti: 900,00

Minimo 12 Partecipanti: 840,00

Minimo 14 Partecipanti: 800,00

Supplemento stanza singola euro 160,00

 

La quota di partecipazione comprende: Tutti i trasferimenti in minibus riservato # Accompagnatore/mediatore culturale dall’Italia incluse spese di vitto e alloggio # Trattamento di pensione completa dalla cena del primo giorno alla colazione dell’ultimo giorno # Visite guidate ed incontri come da programma # Ingressi ai siti di visita # Assicurazione medico e bagaglio.

La quota non comprende: Voli da e per Macedonia # extra personali, e tutto quanto non specificato ne “la quota comprende”. Assicurazione annullamento su richiesta

Documenti necessari: carta d’identità in corso di validità senza rinnovo con timbro.

La quotazione del biglietto dipende dalla disponibilità al momento della prenotazione dello stesso. Il biglietto è acquistabile individualmente o tramite VIAGGIEMIRAGGI

Le quote sono soggette a riconferma al momento della prenotazione

Il numero minimo di partecipanti richiesto per la realizzazione del viaggio è di 10 persone. Il viaggiatore sarà informato 15 giorni prima della partenza del raggiungimento o meno del numero minimo di partecipanti.

Per informazioni ed iscrizioni

Email: info@viaggiareibalcani.net  

Tel.: +39 3398084928 (Eugenio Berra, accompagnatore del viaggio)

Organizzazione tecnica: Agenzia Viaggi ETLI-TN Corso Rosmini, 82\A 38068 Rovereto (Tn)