Capodanno a Sarajevo. Dal 29 dicembre 2017 al 3 gennaio 2018

11 Ottobre 2017 | Bosnia-Erzegovina

Capodanno a Sarajevo. Dal 29 dicembre 2017 al 3 gennaio 2018

Sei giorni attraverso la Costa Dalmata e la Bosnia-Erzegovina, con Capodanno a Sarajevo, la “Gerusalemme dei Balcani”. Un’occasione unica per ammirare queste terre immerse nel sonno invernale; spesso ricoperte di neve che scende a coprire rive di fiumi e boschi, tetti di abitazioni e campagne, croci e mezzelune, avvolgendo con il suo abbraccio una terra ricca di genti, culture e religioni.

Capodanno tra Belgrado e Novi Sad. Dal 29 dicembre 2017 al 3 gennaio 2018

29 Settembre 2017 | Serbia | turismo culturale

Capodanno tra Belgrado e Novi Sad. Dal 29 dicembre 2017 al 3 gennaio 2018

Storica capitale della Jugoslavia, crocevia di civiltà e imperi come quello Austro-Ungarico e Ottomano, risorta dai conflitti degli anni ’90 e dal tragico bombardamento NATO, Belgrado è la culla della creatività balcanica.

Vukovar, il Danubio e oltre… Dal 15 al 19 novembre

24 Luglio 2017 | Croazia | turismo culturale

Vukovar, il Danubio e oltre… Dal 15 al 19 novembre

Vukovar e il Danubio: un abbraccio inseparabile tra una città prestigiosa ed il grande fiume d’Europa. Distesa come un corpo sinuoso lungo il corso d’acqua che oggi separa Croazia e Serbia, testimone degli scontri secolari tra Cristiani e Musulmani in questa propaggine della pianura pannonica, Vukovar è città barocca, mitteleuropea, resa prospera da Tedeschi, Magiari, Ebrei, Serbi, Croati…

A Vienna per la mostra “Maria Teresa: stratega, madre, riformatrice”. Dal 4 all’8 ottobre

29 Giugno 2017 | Balcani

A Vienna per la mostra “Maria Teresa: stratega, madre, riformatrice”. Dal 4 all’8 ottobre

 

14 luglio 1683. L’esercito turco-ottomano comandato dal Gran Visir Merzifonlu Kara Mustafa Pasha si ammassa alle porte di Vienna e dà il via ad un assedio che durerà sino al 12 settembre. E’ l’ultima grande spallata del potente impero di Istanbul verso l’Europa cristiana.

Dalmazia e Bosnia-Erzegovina, incontro di genti e sapori. Dal 10 al 17 settembre

13 Maggio 2017 | Bosnia-Erzegovina | Croazia | turismo culturale

Dalmazia e Bosnia-Erzegovina, incontro di genti e sapori. Dal 10 al 17 settembre

Otto giorni tra Dalmazia e Bosnia-Erzegovina lungo prodotti, sapori e genti della prima regione transfrontaliera – Erzegovina e Dalmazia meridionale – proveniente dai Balcani che si candiderà come destinazione Slow Food Travel.

Alla scoperta della Romania, i tesori di Transilvania e Bucovina. Dal 13 al 20 agosto

12 Maggio 2017 | Romania

Protagonista della Nuova Europa allargata ad Est, la Romania sorprende qualunque viaggiatore con colori e contrasti vivaci e netti e con la sua ricchezza di genti, tesori culturali e naturali.

Bucarest, la nuova Europa. Dall’1 al 4 giugno

29 Aprile 2017 | Romania | turismo culturale

Nota come “la piccola Parigi dell’Est”, la capitale della Romania è ricca di tesori e contrasti. Brulicante di vita, talvolta disordinata, a tratti caotica, … balcanica.

Campanili, minareti, sinagoghe. Estate in Bosnia-Erzegovina. Dal 29 luglio al 4 agosto

6 Aprile 2017 | Bosnia-Erzegovina | turismo culturale

Il viaggio estivo in Bosnia-Erzegovina è l’appuntamento tradizionale di Viaggiare i Balcani che guida al contatto con genti di altre fedi religiose di questa regione. L’itinerario è mosso da profonda curiosità culturale e umana per un’area spesso scossa dalla Grande Storia, in cui si intrecciano complesse storie personali, familiari e di comunità.

Da Villach A trieste, dalla Mitteleuropa al Mediterraneo. Dal 27 agosto al 2 settembre 2017

21 Marzo 2017 | Balcani | cicloturismo

Immaginate un itinerario capace di proporre al viaggiatore continui cambi di scenario: dalle verdi valli alpine punteggiate di caratteristici paesini al tuffo nel blu del Mare Adriatico.

Quarnero in bicicletta da Trieste a Lussino, tra Ciceria e Adriatico. Dal 25 giugno al 1 luglio 2017

20 Marzo 2017 | Croazia | cicloturismo

Un itinerario alla scoperta del Quarnero e dell’arcipelago delle isole Absirtidi (Cherso e Lussino), una lama di roccia nel blu dell’Adriatico. Un viaggio inconsueto lungo strade minori e paesaggi mutevoli, lungo la terra dei “Cici” – antichi abitanti di radice romena, insediati nella parte più interna ed inospitale della regione.