22 Gennaio 2014 | Serbia | viaggio

Pasqua in Serbia, 17-21 aprile 2014

Pasqua in Serbia, 17-21 aprile 2014

Pasqua a contatto con tradizioni, riti e preghiere di un antico ramo della famiglia cristiana: la religione ortodossa.Una fede diffusa in larga parte dell’Europa orientale, che in terra serba si annuncia attraverso i monasteri delle verdi colline della Fruška Gora. Cinte murarie erette a difesa di questi luoghi di vita, cultura e preghiera, velano appena le forme “asburgiche” degli edifici. Seduti tra i rilievi che guardano verso l’ampia pianura pannonica, questi centri sembrano sentinelle vigili lungo i confini che per lunghi anni hanno diviso Vienna dall’Impero ottomano.

  

Si giunge a Novi Sad, capoluogo della Vojvodina. Città elegante, con il centro storico che appare un vero e proprio salotto per la grazia delle forme, perla di una regione abitata da più di venti gruppi nazionali. Così, nella carta d’identità di Novi Sad vi sono anche altre denominazioni, che indicano la sua ricchezza di Storia, genti, lingue e culture: Ujvidek per i Magiari, Neusatz per gli Svevi del Danubio, Novy Sad per la comunità slovacca. Fondata alla fine del ‘600, definita l’“Atene serba” per la sua importanza politica e culturale, la città diviene anche luogo d’insediamento di una florida comunità ebraica ashkenazita.

Sulla sponda opposta del Danubio si staglia la città-fortezza di Petrovaradin, uno dei perni della Frontiera militare austriaca nella lotta contro il Turco. Di qui si raggiunge Sremski Karlovci, sede del Metropolita della Chiesa ortodossa nelle terre degli Asburgo, fino ad arrivare a Belgrado. Qui l’imergersi nella città ottocentesca e il privilegio di osservare la Sava gettarsi nel Danubio dall’antica fortezza turca si uniscono alla visita dei più importanti luoghi di culto nei giorni di Pasqua: la Cattedrale di San Sava e la Chiesa di San Marco. Nel percorrere le sue strade, Belgrado appare come la solida capitale di Stati fieri, determinati ad avere un ruolo nella Storia: il Regno di Serbia, nato dalla lotta di liberazione contro i Turchi ottomani; il Regno di Serbi, Croati e Sloveni tra le due guerre mondiali, la Jugoslavia socialista protagonista della politica internazionale. Di questa consapevolezza e di questa forza la città porta numerosi segni, che ne fanno una delle capitali più interessanti da esplorare per comprendere il pendolo della Storia tra Est ed Ovest, tra tradizione slavo ortodossa e “Occidentalismo”, tra Storia, miti e modernità. Un viaggio … un’occasione per avvicinarsi alla Storia e alle tradizioni dei nostri vicini … così sconosciuti.

 

PROGRAMMA DI VIAGGIO

SCARICA IL PROGRAMMA IN PDF

 

PRIMO GIORNO – GIOVEDI’ 17 APRILE 

Partenza da Trento FF.SS. (6.00) e raccolta partecipanti a Verona FF.SS. (7.30) e a Mestre FF.SS. (9.15). Viaggio su tracciato autostradale Trieste-Lubiana-Zagabria ed entrata in Serbia, con soste e pranzo libero durante il viaggio. Cena e pernottamento nella città di Ruma, ai piedi della regione della Fruška Gora.  

SECONDO GIORNO – VENERDI’ 18 APRILE 

Colazione. In mattinata visita ad alcuni tra i numerosissimi monasteri della Fruška Gora: Vrdnik-Ravanica, Krušedol e Novo Hopovo. Pranzo libero. Nel pomeriggio visita del centro storico della città di Novi Sad. Cena e pernottamento a Novi Sad. 

TERZO GIORNO – SABATO 19 APRILE 

Colazione. Visita della fortezza militare austro-ungarica di Petrovaradin e di Sremski Karlovci, antica sede del Metropolita ortodosso in terra asburgica. Pranzo libero. Arrivo a Belgrado e visita del cuore storico della città: Terazije, Piazza della Repubblica, area pedonale Kneza Mihaila, parco-fortezza Kalemegdan. Cena e pernottamento a Belgrado. 

QUARTO GIORNO – DOMENICA 20 APRILE 

Colazione. Visita della città di Belgrado nel giorno di Pasqua: Cattedrale di San Sava, Chiesa di San Marco, Skupština (Parlamento) e Municipio. Nel pomeriggio visita al Monte Avala e al Monumento intitolato al Milite ignoto. Cena e pernottamento a Belgrado. 

QUINTO GIORNO – LUNEDI’ 21 APRILE 

Partenza da Belgrado. Sosta presso il monumento dello Sremski Front. Viaggio su tracciato autostradale Zagabria-Lubiana-Trieste, con soste e pranzo libero durante il viaggio. Arrivo previsto a Mestre FF.SS. (21.00), Verona FF.SS. (22.30) e Trento FF.SS entro le 24.00.

 

dal 17/04 al 21/04/14 : € 498,00

Quota di partecipazione per chi già in possesso di tessera associativa 2014: euro 488,00

Supplemento singola euro 60,00

 

La quota di partecipazione comprende: Viaggio in pullman GT con autista # accompagnatore/mediatore culturale dall’Italia # Pernottamenti con prima colazione come da programma # Cene con bevanda incluse come da programma # Visite guidate, ingressi ed incontri come da programma # Assicurazione medico e bagaglio # iscrizione Associazione Viaggiareibalcani per l’anno 2014.

Documenti necessari: carta d’identità in corso di validità senza rinnovo con timbro.

Iscrizioni entro il 26 marzo 2014 e comunque sino ad esaurimento posti.

Acconto di € 200,00 da versare all’atto dell’iscrizione; Saldo entro il 26 marzo 2014

Numero minimo di partecipanti 14 (Se il numero minimo non verrà raggiunto 20 giorni prima della partenza, il viaggio verrà annullato e l’acconto versato interamente restituito).

 

Per informazioni  ed iscrizioni : info@viaggiareibalcani.net oppure 339/1246822

 

Organizzazione tecnica: Agenzia Viaggi ETLI-TN – Corso Rosmini, 82\A 38068 Rovereto (Tn)