7 Marzo 2011 | Serbia

Profonda Serbia.

Profonda Serbia.

 

Una settimana nel cuore profondo della Serbia, tra le valli dove è nata all’ombra dei monasteri medievali, tra i suoi sapori e suoni antichi, tra le sue sorprendenti bellezze naturali, e i suoi mille volti che la fanno una delle terre più misteriose d’Europa.

Kraljevo, la “Città dei Re”, alle porte dell’affascinante gola dell’Ibar, sarà l’inizio del nostro viaggio.

Ci spingeremo nelle valli che celano tesori come il Monastero di Studenica, luogo fondante della nazione serba dove riposano le spoglie mortali dei padri della prima dinastia di regnanti, i Nemanja. Incontreremo la deliziosa cucina locale, ricca di sapori e tradizione.

Poi il Sangiaccato, provincia serba dove si respira ovunque oriente, Istanbul. I mercati all’aperto di Novi Pazar, con i loro artigiani, gli orafi e i cevapcici tra i più gustosi dei Balcani. Tutto intorno ancora tracce dell’antico regno della Serbia medievale, la chiesa di Pietro e Paolo (X secolo), teatro di avvenimenti cruciali e l’incanto del Monastero di Sopoćani, con i suoi affreschi tra i più belli dell’oriente cristiano.
Saliremo sull’altopiano di Sjenica, su quella che per secoli fu la via commerciale che collegava la capitale ottomana ai porti dell’adriatico e a Sarajevo.

Un contesto naturale mozzafiato, dove si possono ammirare ancora le aquile dal collo bianco.

Ritornando verso la capitale passeremo una giornata nell’etno-villaggio di Sirogojno sulle pendici del monte Zlatibor: un tuffo nel passato, in cui avremo la possibilità di rivivere antichi mestieri e atmosfere ormai perdute.

Dal 1 al 8 luglio 2011. scarica il pdf

Dal 29 agosto al 4 settembre 2011. scarica il pdf