11 Ottobre 2016 | Balcani | viaggio

Trieste porta d'Europa. 28 ottobre 2016

Dopo la prima visita di carattere generale della città il 22 maggio 2016, concentriamo ora l’attenzione su alcune delle più importanti comunità storiche: Italiani e Sloveni, Austro-Tedeschi, Serbi, Greci ed Ebrei. 

 

Carlo VI, Maria Teresa, Giuseppe II, … Nel corso del ‘700 la Casa d’Austria stimolò lo sviluppo della città e del porto di Trieste, dando loro una nuova missione ed un nuovo orizzonte: divenire un cardine del sistema economico imperiale. Trieste divenne così porto non solo di merci, ma anche di uomini dalla più diverse provenienze: varie comunità di lingua, fede e cultura differenti si insediarono e misero radici profonde in città, favorite dalle decisioni di Vienna che la rendevano meta ambita per sviluppare ricchezza e benessere personali e famigliari. Fu così che Trieste si trovò al centro di un progetto cosmopolita, aperta all’apporto di chiunque potesse contribuire al suo sviluppo con il proprio “saper fare”. Un progetto, questo, che nella seconda metà dell’800 cederà progressivamente il passo a ben altre idee guida – come quella della Nazione e degli schieramenti che si formano intorno ad essa – e che verrà travolto dalle pagine di Storia più dura del Novecento. Pur indebolita e sbiadita, la comunità triestina permette ancora oggi di leggere la varietà di genti della città. Genti, lingue, fedi e culture con solidi punti di riferimento (edifici religiosi, sedi culturali, punti di ritrovo, …) oppure tracce di una presenza che fu e di cui rimane un ricordo in luoghi o edifici. Sloveni, Tedeschi, Serbi, Greci, Ebrei, Armeni ed altre comunità ancora rendono speciale questa città, punteggiandola di. Questa visita è finalizzata a prendere confidenza con un caleidoscopio di genti di antico insediamento che rendono Trieste unica nel panorama italiano.

 


Programma

Partenza da Stazione FFSS di Mestre con treno regionale veloce delle ore 7:53. In alternativa, partenza da Stazione FFSS di San Donà di Piave con treno regionale veloce delle ore 8:17. Arrivo a Trieste alle 9:46. 

Prima sosta presso il Narodni Dom, riferimento per le comunità slave presenti in città ad inizio ‘900. Si giunge poi al Caffè storico San Marco, dove è previsto un incontro con la casa editrice Comunicarte e l’associazione Cizerouno, entrambe impegnate a valorizzare il patrimonio triestino (e non solo!) attraverso temi poco o nulla esplorati. Ci domanderemo che significa far cultura in una città multiculturale, multireligiosa, plurinazionale, che ha visto nascere e vivere scrittori e uomini di cultura di livello mondiale.

Pranzo libero in centro città. Nel pomeriggio itinerario dedicato alla Trieste delle religioniSi parte con la visita esterna della Sinagoga,unico luogo di culto ebraico sopravvissuto dopo lo smantellamento dell’antico ghetto triestino. Si visita poi proprio l’area un tempo occupata dal ghetto, per ricordare il ruolo di Trieste agli inizi del Novecento: centro di transito ed emigrazione di migliaia di Ebrei in fuga dai pogrom compiuti in Europa orientale.

Si prosegue con la Chiesa di Sant’Antonio Nuovo, uno dei cuori della presenza cattolica – italiana e non. A brevissima distanza, poi, la Chiesaortodossa di San Spiridione, luogo di devozione della comunità serba della città; mentre lungo la Riva, di fronte al Golfo di Trieste, si affaccia la Chiesa di San Nicolò e della Santissima Trinità, punto di riferimento per la comunità greco-ortodossa.

L’itinerario termina con la sosta presso la Chiesa Evangelica Luterana, per una riflessione sulla presenza in città della comunità cittadina tedesca di orientamento protestante.

Partenza da Stazione FFSS di Trieste con treno regionale veloce delle ore 19:15. Arrivo alla Stazione FFSS di San Donà di Piave alle 20:41 e successivo arrivo alla Stazione FFSS di Mestre alle ore 21:08

NB: E’ POSSIBILE RAGGIUNGERE TRIESTE CON MEZZI PROPRI ED ACCORDARSI CON L’ORGANIZZAZIONE PER QUOTA DI ADESIONE, ORA E LUOGO DI RITROVO

 

 

Quota di partecipazione minimo 10 paganti: 72,00 FFSS Mestre – € 69,00 FFSS San Donà di Piave

 Quota di partecipazione minimo 15 paganti: 62,00 FFSS Mestre – € 59,00 FFSS San Donà di Piave

 Quota di partecipazione minimo 20 paganti: 56,00 FFSS Mestre – € 53,00 FFSS San Donà di Piave

Iscrizione annuale all’associazione Viaggiare i Balcani: € 10,00 da saldare insieme alla quota di partecipazione

La quota di partecipazione COMPRENDE:Biglietto ferroviario A/R per treno regionale # Visite guidate come da programma # Assicurazione medica # Accompagnatore culturale dell’associazione Viaggiare i Balcani

La quota di partecipazione NON COMPRENDE: Pranzo # Iscrizione anno 2016 all’Associazione Viaggiare i Balcani # Tutto ciò che non è indicato nella voce “La quota di partecipazione comprende”

 

Per informazioni è possibile contattare l’accompagnatore membro dell’associazione Viaggiare i Balcani Sig. Leonardo Barattin – 328.19.39.823 

Per informazioni ed iscrizioni presso l’Agenzia Viaggi ETLI daniele@etlitn.it indicando in oggetto “Trieste, porta d’Europa” oppure 0464-43.15.07 (Sig. Daniele Bilotta – ore 9.00-15.00 oppure 13.00-19.00)

  

Organizzazione Tecnica

Agenzia Viaggi ETLI-TN, Soc. Coop Rovereto – Corso Rosmini, 82\A 38068 Rovereto (Tn) N. Reg. A157038 – Compagnia assicurativa: UNIPOL / Num. polizza: 1949 65 50623055