20 Ottobre 2017 | turismo culturale

A Vienna per la mostra “Maria Teresa: stratega, madre, riformatrice”. Dal 23 al 26 novembre

A Vienna per la mostra “Maria Teresa: stratega, madre, riformatrice”. Dal 23 al 26 novembre

14 luglio 1683. L’esercito turco-ottomano comandato dal Gran Visir Merzifonlu Kara Mustafa Pasha si ammassa alle porte di Vienna e dà il via ad un assedio che durerà sino al 12 settembre. E’ l’ultima grande spallata del potente impero di Istanbul verso l’Europa cristiana. Le forze scese in campo aperto per difendere il cuore del dominio asburgico strappano la vittoria e costringono le truppe del Sultano a prendere la via del ritorno.

Qui che inizia il processo di riflusso della minaccia ottomana che, pur molto lentamente, vede il logoramento ed infine la scomparsa dell’Impero ottomano. Qui inizia il nuovo corso di Vienna. Qui si fa strada il Settecento: secolo in cui la Corona asburgica è protagonista di una stagione di importanti riforme che investono l’intera compagine territoriale: dalla penisola italiana alla Galizia – al confine con il mondo russo-ucraino. Motore di queste riforme sono la sovrana Maria Teresa e l’abile e fedele gruppo dirigente di cui sa contornarsi e all’interno del quale spicca la figura di Wentzel Anton Kaunitz: Cancelliere di Stato e Ministro degli Esteri dal 1753 al 1792, al servizio di quattro sovrani ed interprete massimo dell’Assolutismo illuminato proprio durante il periodo teresiano. Con loro l’impero vive una lunga stagione di trasformazioni che lascia un segno indelebile sulle epoche successive: le riforme messe in opera toccano numerosi campi, mirano ad affermare il potere della Corona su ceti nobiliari fedeli più a se stessi che a Vienna, tracciano la via e danno la spinta all’organizzazione del vasto impero che attraverserà l’Ottocento. Nuovi ceti sociali si affermano, nuove realtà urbane fioriscono, nuovi impulsi sul piano socio-economico e nel sistema amministrativo danno luogo ad effetti di lunga durata. In questo lungo periodo che conduce sino alla Prima guerra mondiale, l’Impero asburgico diviene un organismo che, apprezzato o avversato, lascia un segno profondissimo sulla memoria collettiva ed individuale di milioni di persone, indica una via per comporre interessi ed idee sotto uno stesso tetto e subisce l’attacco del pensiero nazionale che si adopera per smembrarlo e condannarlo all’estinzione.

L’occasione per una riflessione su tutti questi elementi è data dalla grande mostra intitolata “Maria Teresa: Stratega, Madre, Riformatrice”, che si tiene a Vienna e che prevede quattro sedi espositive: due all’interno della capitale austriaca e due presso castelli appartenuti al Principe Eugenio di Savoia, situati a poca distanza dal Danubio, nei pressi del confine di Stato tra Austria e Slovacchia.

Le tematiche affrontate sono: “Famiglia ed eredità”, “Modernizzazione e riforme”, “Alleanze e nemici”, “Alte cariche e divertimenti”. Attraverso la narrazione sulla figura e sulle politiche della sovrana, nonché sull’epoca settecentesca nei territori asburgici si mira così a ricostruire un periodo decisivo per la Storia europea successiva e per il processo di riforme e costruzione delle strutture statali moderne. Tutto questo lasciando voce anche alla città di Vienna, al suo tessuto urbano, al suo patrimonio culturale, alle sue innumerevoli trame di vita. Vienna: testimone e protagonista di tanta parte della Storia del nostro continente e sempre in grado di offrire spunti e stimoli che aprono infinite piste di riflessione.

 

 

PROGRAMMA DI VIAGGIO 

 

PRIMO GIORNO – GIOVEDI’ 23 NOVEMBRE: MILANO/VENEZIA-VIENNA

Partenza dall’aeroporto di Milano Malpensa alle 10.50 oppure dall’aeroporto Marco Polo di Venezia alle 10.55 ed arrivo all’aeroporto di Vienna Schwechat rispettivamente alle 12.20 e alle 12.10. Transfer organizzato dall’aeroporto all’hotel. Spostamento con mezzi pubblici nella seconda parte della giornata. Pranzo libero in centro città e successiva visita libera della mostra “Famiglia ed eredità”, dedicata a Maria Teresa “Madre della Nazione” e alle sue strategie matrimoniali volte al rafforzamento politico della dinastia sullo scacchiere europeo. Cena in ristorante e pernottamento in hotel 3 stelle.

 

SECONDO GIORNO – VENERDI’ 24 NOVEMBRE: VIENNA

Prima colazione in hotel. Spostamento con mezzi pubblici nel corso della giornata. Al mattino visita guidata del cuore storico di Vienna, lo scrigno prezioso dei vertici del potere, della nobiltà e dell’alta borghesia dell’Impero: dall’imponente Duomo di Santo Stefano sino all’articolato complesso dell’Hofburg – centro del potere politico asburgico per più di sei secoli -, lungo le vie che esprimono la magnificenza della capitale. Prosecuzione lungo la Ringstrasse, l’anello stradale ottocentesco che proietta definitivamente Vienna tra le grandi capitali europee, espressione dello spessore sociale e culturale della città di un tempo: dalla prestigiosa Università – carica di premi Nobel – al Rathaus – sede del governo locale -, sino al Parlamento e al Quartiere dei Musei … Pranzo libero. Nel pomeriggio visita libera del complesso imperiale di Schönbrunn – sede estiva della Casa imperiale d’Asburgo dal 1730 al 1918 – e della seconda mostra dedicata alla figura di Maria Teresa: “Alte cariche e divertimenti”, che intreccia politica, sentimento popolare, immagine e comunicazione. Cena in ristorante e pernottamento in hotel.

 

TERZO GIORNO – SABATO 25 NOVEMBRE: DINTORNI DI VIENNA

Prima colazione in hotel. Trasferimento fuori città per la visita guidata della mostra “Modernizzazione e riforme” al Castello di Niederweiden e della mostra “Alleanze e nemici” presso lo Schloss Hof. Nella prima l’attenzione si concentra sulle principali riforme teresiane: Stato, amministrazione, sistema fiscale, sistema scolastico e università; ma anche sul rapporto tra la Sovrana cattolicissima e le idee illuministe. Nella seconda il focus è sulla figura ambivalente di Maria Teresa: non solo motore di riforme, ma anche protagonista di guerre ed atti di intolleranza. Nel corso della visita si possono ammirare i due castelli, che nel primo scorcio del Settecento appartennero al Principe Eugenio di Savoia, generale ai vertici dell’esercito asburgico – noto per le sue eccezionali abilità in campo militare e politico-diplomatico e per la sua raffinata cultura. Lo Schloss Hof venne utilizzato come residenza di campagna, mentre a Niederweiden si trovava il castello di caccia. Pranzo in ristorante. Rientro a Vienna per cena e pernottamento in hotel.

 

QUARTO GIORNO – DOMENICA 26 NOVEMBRE: VIENNA-AEROPORTO MI-VE

Prima colazione in hotel. Visita accompagnata a punti di interesse della città: la Cripta dei Cappuccini con le sepolture dei membri della famiglia asburgica, tra cui quella barocca di Maria Teresa e del consorte; Karlsplatz, con il capolavoro barocco rappresentato dalla Karlskirche; il Collegium Theresianum, alta scuola per la formazione del corpo di funzionari dello Stato teresiano. Se il tempo a disposizione lo consente, passeggiata nei giardini del Castello barocco di Belvedere realizzato dal Principe Eugenio di Savoia per risiedervi e per svolgere le sue attività di relazione diplomatica. Pranzo libero in centro città. Trasferimento in aeroporto e volo per Venezia alle 17.20 con arrivo alle 18.25 e per Milano Malpensa alle 17.40 con arrivo alle 19.10.

 

Per informazioni è possibile contattare Sig. Leonardo Barattin – 328.19.39.823 membro dell’associazione Viaggiare i Balcani e curatore dell’itinerario

Per informazioni ed iscrizioni presso l’Agenzia Viaggi ETLI daniele.bilotta@viaggiareibalcani.net indicando in oggetto “Vienna – Maria Teresa d’Austria” 0464-43.15.07 (Sig. Daniele Bilotta – ore 9.00-15.00)


Organizzazione Tecnica

Agenzia Viaggi ETLI-TN, Soc. Coop Rovereto – Corso Rosmini, 82\A 38068 Rovereto (Tn) N. Reg. A157038 – Compagnia assicurativa: UNIPOL / Num. polizza: 1949 65 50623055