13 agosto 2018 | Croazia

VUKOVAR E IL DANUBIO

VUKOVAR E IL DANUBIO

STORIA ECCEZIONALE DI UNA CITTÀ PERDUTA

DAL 14 AL 18 novembre 2018
assistenza culturale a cura di Leonardo Barattin, storico

Vukovar e il Danubio: un abbraccio inseparabile tra una città prestigiosa ed il grande fiume d’Europa. Distesa come un corpo sinuoso lungo il corso d’acqua che oggi separa Croazia e Serbia, testimone degli scontri secolari tra Cristiani e Musulmani in questa striscia della pianura pannonica, Vukovar è città barocca, mitteleuropea, resa prospera da Tedeschi, Magiari, Ebrei, Serbi, Croati, …; nota per la sua forza economica nell’Ottocento asburgico e in epoca jugoslava, per il livello di benessere raggiunto dalla popolazione, per l’alto numero di matrimoni misti, …

La guerra di dissoluzione della Jugoslavia e l’assedio della città tra agosto e novembre 1991 la sconvolgono dalle fondamenta: morti, colonne di profughi, distruzioni enormi. Con un difficile dopoguerra alle spalle, Vukovar soffre ancora oggi i traumi del conflitto e sconta la dolorosa divisione interna tra Serbi e Croati. Viaggiare i Balcani sarà ancora una volta in città nei giorni della commemorazione dell’assedio e del suo epilogo, per tentare di comprendere passato, presente e destino di questa comunità.

Seguendo le orme della complessa Storia della regione e per cercare maggiore profondità di osservazione, l’itinerario porta a varcare la frontiera: in Serbia, nella regione dello Srem, tra i monti della Fruška Gora. Qui tra XV e XVIII secolo sorgono numerosi monasteri ortodossi, carichi di architetture, raffigurazioni e atmosfere che mettono in collegamento la divinità, lo spirito della nazione e la vibrazione di eventi storici che hanno coinvolto grandi figure e piccole comunità. Sono sentinelle posizionate sul limite di terre contese: a guardia della cristianità ortodossa in terra asburgica, contrapposte alle forze ottomane dilagate sino al cuore della Pannonia ed assestatesi a Belgrado dopo lo scacco del secondo assedio di Vienna.

Un viaggio per chi tenta di comprendere la complessa Storia della regione e per chi desidera riflettere sul domani dell’Europa. Un itinerario con Viaggiare i Balcani per cercare di cogliere il battito del cuore della Storia e di uomini e donne suoi protagonisti …


PROGRAMMA DI VIAGGIO


GIORNO 1 – MERCOLEDI’ 14 NOVEMBRE: TRENTO-MESTRE-SAMOBOR-VUKOVAR
Partenza da Trento prevista alle 6.30. Alle 9.00 raccolta di ulteriori partecipanti alla Stazione FFSS di Mestre. Pranzo libero previsto in Slovenia e breve sosta a Samobor (Croazia), centro di impronta otto-novecentesca ai piedi del Parco Naturale dello Žumberak, menzionato per la prima volta all’epoca dell’invasione tartara. Qui si può gustare una fetta di Kremšnita – notissimo dolce locale -, accompagnata da una bevanda calda. Il viaggio continua poi lungo l’Autostrada della Fratellanza e dell’Unità, la cui spina dorsale è stata realizzata in epoca jugoslava. Arrivo a Vukovar per cena e pernottamento in hotel.

GIORNO 2 – GIOVEDI’ 15 NOVEMBRE: VUKOVAR
Colazione in hotel. Al mattino visita del centro storico di Vukovar per coglierne la dimensione multiculturale ed i nodi irrisolti del presente. Protagonisti di questa esplorazione sono il cuore barocco, i luoghi legati al mondo cattolico e ortodosso ed il Danubio, maestoso in questo tratto. Pranzo libero. Nel pomeriggio l’attenzione si ferma sui luoghi dell’assedio del 1991: l’acquedotto – simbolo della resistenza della città – e i memoriali che punteggiano il centro e i suoi immediati dintorni. Cena in ristorante e pernottamento a Vukovar.

GIORNO 3 – VENERDI’ 16 NOVEMBRE: VUKOVAR-FRUŠKA GORA-NOVI SAD-VUKOVAR
Colazione in hotel. La giornata inizia attraversando villaggi punteggiati da abitazioni tradizionali ed ampie campagne dello Srijem croato. Si passa oltre, in Serbia, per visitare alcune gemme della corona di monasteri che impreziosiscono i boschi della Fruška Gora, come Krušedol e Novo Hopovo: luoghi in cui la forte spiritualità si esprime con costruzioni e architetture di grande pregio e si fonde con i secolari destini della nazione serba, tendendo un filo che lega il Medioevo ai nostri giorni. Pranzo organizzato in un ristorante tipico della zona. Se il tempo a disposizione lo consente, nel secondo pomeriggio è prevista una passeggiata nel cuore storico di Novi Sad, centro principale della Vojvodina multinazionale e punto di riferimento per la nazione serba tra XVIII e XIX secolo, sino all’affermazione dello Stato nazionale liberato dalla presenza turca. Rientro in Croazia lungo la sponda sinistra del Danubio. Cena libera in ristorante consigliato e pernottamento in hotel.

GIORNO 4 – SABATO 17 NOVEMBRE: VUKOVAR-OSIJEK-VUKOVAR
Colazione in hotel. Visita ad alcuni luoghi di particolare impatto collegati alla recente vicenda bellica di Vukovar e – se è confermata la disponibilità – incontro con un’associazione locale per una riflessione sul presente e sul futuro della città. Pranzo libero. Nel pomeriggio, trasferimento ad Osijek per apprezzare l’impianto urbanistico ed architettonico del centro maggiore della Slavonia: contrassegnata dal barocco e dallo Jugendstil, dalla significativa presenza ottomana e dalla successiva ripresa asburgica e guidata in tempi moderni da una ricca borghesia tedesca, magiara ed ebraica. Cena libera in ristorante consigliato e pernottamento in hotel.

GIORNO 5 – DOMENICA 18 NOVEMBRE: VUKOVAR-MESTRE-TRENTO
Colazione in hotel. Il mattino è dedicato ad assistere al passaggio della Kolona Sjećanja (La colonna del Ricordo), la manifestazione commemorativa di massa dell’assedio del 1991. L’intero cuore storico di Vukovar viene attraversato da parte a parte da decine di migliaia di persone provenienti da tutta la Croazia e dall’Erzegovina e dirette ai luoghi della memoria. Partenza da Vukovar e pranzo libero in viaggio. Arrivo in serata a Mestre e Trento, via Zagabria-Lubiana-Trieste.


Nota: Il programma può essere soggetto a variazioni, sia prima che durante il viaggio, per cause di forza maggiore, in base alle condizioni climatiche, alle regole e alle indicazioni imposte dalle autorità, alle condizioni della circolazione stradale e dei mezzi di trasporto utilizzati, alle regole di accesso imposte dai siti di visita, alle festività, alle esigenze dei viaggiatori e delle strutture che ospitano il gruppo di viaggiatori.


QUOTA DI PARTECIPAZIONE


6 partecipanti: € 570

7 partecipanti: € 545

8 partecipanti: € 530

supplemento stanza singola: € 50

Iscrizione annuale all’Associazione Viaggiare i Balcani da saldare in viaggio: € 10,00


LA QUOTA DI PARTECIPAZIONE COMPRENDE: Viaggio in minivan riservato # Accompagnatore- Mediatore culturale dall’Italia, membro dell’Associazione Viaggiare i Balcani # Pernottamenti con prima colazione come da programma # Pranzo del giorno 3 e cene dei giorni 1 e 2, bevande escluse # Visite guidate ed incontri come da programma # Assicurazione medico e bagaglio


LA QUOTA DI PARTECIPAZIONE NON COMPRENDE: Pranzi (escluso il giorno 3), cene dei giorni 3 e 4 (cene di gruppo in ristorante con menu a scelta), cena del giorno 5 # Ingressi # Extra personali # Tutto quanto non specificato ne “La quota di partecipazione comprende”. Assicurazione annullamento su richiesta.


DOCUMENTI DI VIAGGIO NECESSARI: CARTA D’IDENTITA’ in corso di validità, senza rinnovo con timbro.

ATTENZIONE! Se si possiede PASSAPORTO in corso di validità si prega di portarlo con sé per rendere più spedite le operazioni di controllo ai valichi di confine.


Iscrizioni sino ad esaurimento posti.

Acconto di € 150,00 da versare all’atto dell’iscrizione. Saldo entro il 20/10/2018.

Numero minimo di partecipanti 6.

Se il numero minimo non verrà raggiunto 20 giorni prima della partenza il viaggio verrà annullato e l’acconto versato interamente restituito


Per informazioni sul programma è possibile contattare
Sig. Leonardo Barattin – 328.19.39.823
membro dell’associazione Viaggiare i Balcani

Per informazioni ed iscrizioni presso l’AGENZIA VIAGGI ETLI
Sig. DANIELE BILOTTA – 0464-43.15.07 (ore 9.00-15.00)
daniele.bilotta@viaggiareibalcani.net
indicando in oggetto “Vukovar 2018””


Organizzazione Tecnica:
Agenzia Viaggi ETLI-TN, Soc. Coop Rovereto – Corso Rosmini, 82\A 38068 Rovereto (Tn)
N. Reg. A157038 – Compagnia assicurativa: UNIPOL / Num. polizza: 1949 65 50623055