12 Settembre 2013 | Croazia

“Vukovar … in viaggio verso il domani?” 16 – 19 novembre 2013

“Vukovar … in viaggio verso il domani?” 16 – 19 novembre 2013

L’assedio di Vukovar è durato dal 25 agosto al 18 novembre del 1991. La città devastata per il 90% dei suoi edifici. Morte o esilio, il destino più comune dei suoi abitanti. Il mese di novembre è tradizionalmente consacrato al ricordo dell’assedio, della difesa e della caduta della città. A 20 anni di distanza, cosa raccontano edifici e monumenti ricostruiti? E quelli ancora da ricostruire? Cosa pensano uomini e donne – Serbi e Croati – che vivono quotidianamente gomito a gomito nella “città martire” contesa? “Vukovar è nostra!”, si sente dire. Di chi? E per quale futuro? Scopriamolo insieme!

 

 

 

I MINI VIAGGI DI VIB: FIORI DI PRIMAVERA – FOGLIE D’AUTUNNO  

VUKOVAR … IN VIAGGIO VERSO IL DOMANI?”

16 – 19 NOVEMBRE 2013

 scarica il pdf del programma di viaggio

 


 

Vukovar, inverno 1991. Il titolare di un ristorante nel cuore della città investe 100.000 marchi tedeschi per rinnovare da cima a fondo il suo locale: ampi saloni per cibo ottimo e convivialità spensierata, in barba alle lancette dell’orologio; un giardino fiorito con una grande vasca da cui prelevare il pesce appena catturato lungo la riva del Danubio. Nello stesso periodo un operaio tessile specializzato di una prestigiosa fabbrica cittadina si reca ogni giorno sul posto di lavoro, soddisfatto del suo stile di vita, della sicurezza economica ed incerto sull’ultimo modello di videoregistratore da comprare.

Vukovar è la seconda municipalità più ricca della Jugoslavia, seconda soltanto alla slovena Maribor. Modello di operosità e convivenza.Perla dell’architettura barocca grazie ai denari delle famiglie serbe e croate dominanti e del ceto imprenditoriale tedesco, ebraico ed ungherese; città borghese e operaia, con kombinat industriali di importanza strategica per la produzione tessile, alimentare e nel settore della gomma; Vukovar conta più di 20 diverse nazionalità sul suo territorio (Serbi, Croati, Slovacchi, Ucraini, Russini, …) ed un numero di matrimoni misti come si fosse a Sarajevo.

Ma non avevate capito che stava crollando tutto?”, “No, davvero”, “Non ci credo! Non avevate capito che sarebbe scoppiata la guerra?”. “La guerra? Ascolta, io pensavo che qualcuno sarebbe arrivato, avrebbe arrestato le teste calde e tutto sarebbe continuato come prima”.

Un assedio durato dal 25 agosto al 18 novembre. La città devastata per il 90% dei suoi edifici. Morte o esilio, il destino più comune dei suoi abitanti. 

Il mese di novembre è tradizionalmente consacrato al ricordo dell’assedio, della difesa e della caduta della città. A 20 anni di distanza, cosa raccontano edifici e monumenti ricostruiti? E quelli ancora da ricostruire? Cosa pensano uomini e donne – Serbi e Croati – che vivono quotidianamente gomito a gomito nella “città martire” contesa? “Vukovar è nostra!”, si sente dire. Di chi? E per quale futuro? Scopriamolo insieme!

 

PROGRAMMA DI VIAGGIO

 

Sabato 16 novembre: Mestre – Vinkovci

Ritrovo del gruppo presso stazione F.S di Mestre ad ore 07.30. partenza in pulmino riservato per Vukovar / Vinkovci via Trieste, Lubiana, Zagabria.

Pranzo libero e sosta a Kumrovic, per la visita al villaggio natale di Tito.

Proseguimento per Vinkovci, all’arrivo sistemazione in hotel nelle stanze riservate e cena.


Domenica 17 novembre: Vukavar

Prima colazione in hotel.

Trasferimento a Vukovar ed incontro con la guida: la visita dello splendido centro barocco e dei siti cattolici e ortodossi della città. Pranzo libero.

Proseguimento della visita di Vukovar con i luoghi storici del conflitto del 1991: l’acquedotto, e memoriali di Novo Groblje e di Ovcara.

Cena in ristorante a Vukovar e rientro a Vinkovci per il pernottamento in hotel.

Lunedi 18 novembre: Vukovar

Prima colazione in hotel.

Trasferimento a Vukovar (con breve sosta al murales del “2 maggio 1991”) per la grande manifestazione commemorativa della caduta della città del 18 novembre 1991. Pranzo libero.

Nel pomeriggio visita della zona di Novi Vukovar e del castello barocco di Eltz, del museo dell’assedio e del’ex stazione ferroviaria , luoghi simbolo del conflitto del 1991.

Trasferimento a Borovo Naselje , città operaia satellite di Vukovar e rientro a Vukovar per la cena in ristorante.

Successivo trasferimtno a Vinkovci per il pernottamento in hotel.

Martedì 19 novembre: Vinkovci – Mestre

Prima colazione in hotel.

Partenza in direzione Italia via Zagabria, Lubiana, Trieste.

Sosta lungo il percorso per la visita dell’ex campo di concentramento ustascia di Jasenovac.

Pranzo libero e arrivo a Mestre stazione F.S. previsto in serata (ore 20.00 circa)

 

QUOTA DI PARTECIPAZIONE € 379,00

 

150,00 da versare al momento dell’iscrizione

229,00 da versare entro il 01/11/2013

15,00 per iscrizione Associazione (se non già effettuata) da versare alla partenza

La quota di partecipazione comprende:Trasferimenti in pulmino privato per tutta la durata del tour # Accompagnatore / mediatore culturale dall’Italia # Pernottamenti con prima colazione come da programma # Cene come da programma # Visite guidate ed incontri come da programma # Assicurazione medica e bagaglio.

La quota non comprende: Ingressi ai vari siti; Mance; Extra personali e tutto quanto non indicato nella voce “la quota comprende”

Documenti necessari: Carta d’identità in corso di validità (senza rinnovo con timbro)

Numero minimo di partecipanti: 8. Se tale numero non dovesse essere raggiunto entro il 25/10/2013 il viaggio verrà annullato e l’acconto versato interamente restituito.

Acconto di euro 150,00 a partecipante da versare all’atto della prenotazione. Saldo entro il 01/11/2013.

Per informazioni ed iscrizioni:

info@viaggiareibalcani.net oppure 339/1246822 – Accompagnatore, Sig. Leonardo Barattin – 328/1939823

 

Organizzazione tecnica:

Agenzia Viaggi ETLI-TN Corso Rosmini, 82\A 38068 Rovereto (Tn)