Europa 1989-Ungheria 2019. Trent’anni dopo il “picnic paneuropeo”

29 Novembre 2019 | Ungheria | libri | viaggio

Europa 1989-Ungheria 2019. Trent’anni dopo il “picnic paneuropeo”

”Europa 1989-Ungheria 2019. Trent’anni dopo, vecchi e nuovi muri. Attraverso lo sguardo ungherese”.  Il 19 agosto 1989, il confine tra Austria e Ungheria nei pressi di Sopron venne aperto per tre ore, permettendo lo svolgimento della manifestazione pacifica nota come “Picnic paneuropeo”. Quell’evento, la prima breccia nella Cortina di Ferro, preannunciava la caduta del muro, …

Viaggio in Serbia lungo il Danubio con Radio Popolare, agosto 2017

20 Settembre 2017 | Serbia | danubio

Il ricordo di Guja e Francesco: “Arriviamo all’areoporto di Belgrado con il buio. L’aria è calda e siamo un gruppo numeroso. Incontriamo Eugenio, ideatore del viaggio e nostro nume tutelare, e ci avviamo verso un pullman che ci deve portare a Novi Sad, dove comincia la nostra avventura. Il mezzo che ci raccoglie  è di …

Pasqua in Serbia, aprile 2017

13 Maggio 2017 | Serbia | turismo culturale

Il ricordo di di Francesca, Gianfranco, Agnese, Caterina: “Belgrado è una città brutta, degradata, diroccata, annerita, a tratti ancora distrutta, pochi monumenti storici, molto traffico…. Ecco i primi pensieri difronte a palazzi coperti di smog, a case incompiute che attendono finestre e rifiniture. Accanto ad opere bombardate ricche solo di uranio impoverito, segni di una guerra …

Navigando lungo i sapori del Danubio serbo, agosto 2015

25 Aprile 2017

Il ricordo di Roberta: “I sapori del Danubio: la dolcezza della navigazione lenta, la sapidità di letture e letteratura, l’amaro delle contraddizioni, la corposità e leggerezza della musica, l’asprezza della storia, la miscellanea aromatica di genti, paesaggi e tradizioni, il tutto servito con gentilezza, competenza e passione da un gruppo fantastico di giovani chef culturali…“ …

I tesori di Bucovina e Transilvania, agosto 2015

25 Aprile 2017

Il ricordo di Gabriella: “Mi sono iscritta all’ultimo momento, a giochi già chiusi, ma, a partire dalla guida italiana Leonardo Barattin, tutti hanno cercato di aiutarmi a inserirmi e ci sono riusciti, cosa che depone a favore della serietà dell’agenzia. Una visita che dura una settimana presuppone ritmi piuttosto intensi, ma la buona disposizione dei partecipanti, la …

Pasqua in Bosnia-Erzegovina, marzo 2016

25 Aprile 2017

Il ricordo di Paola: “Ripenso all’ultimo viaggio in Bosnia, la parola che mi viene in mente e che mi si raffigura chiara è buco. Il suo significato letterario: apertura stretta o foro tondeggiante che penetra profondamente in qualcosa oppure che l’attraversa da parte a parte. Buchi ovunque, nelle facciate delle case ferite ancora dalla guerra, nelle facciate …

Navigando lungo i sapori del Delta del Danubio, maggio 2016

25 Aprile 2017

Il ricordo di Franco: “Viaggiare i Balcani propone viaggi nei quali accanto alla scontata offerta turistica sono presenti in maniera non banale approfondimenti di carattere sociale e politico con in più la proposta dei temi dell’alimentazione per la collaborazione con Slow Food.== E’ chiaro che riuscire a proporre un equilibrio tra i vari aspetti non …

Navigando lungo i sapori del Danubio serbo con radio popolare, agosto 2016

25 Aprile 2017

Il ricordo di Sara: “Svuotate le valigie, stese le lavatrici, sistemate bottiglie di grappa e quaderni di viaggio.. Ora si possono riordinare le foto. Per fissare le immagini di un viaggio che ha reso unica quest’estate. Sono appagata, arricchita, rigenerata.== Non dimenticherò: Il diverso ritmo delle giornate, a tratti incalzante come una danza, a tratti placido …

Bosnia-Erzegovina, agosto 2016

25 Aprile 2017

Il ricordo di Katia: “Sarajevo è un occhio commosso. Uno solo. L’altro è chiuso sotto la polvere delle sue invisibili macerie. L’essenza della vita qui, oggi. Uno sguardo non ancora aperto, uno sguardo ancora pieno di dolore. Così sembra a me, che qui non ci vivo, che non so niente. Che non immagino.== Sfiorandoti con …

Capodanno 2017 in Serbia

25 Aprile 2017

Il ricordo di Elena: “Pungenti temperature, interni caldi ed avvolgenti, calore soprattutto umano. Voglia di vivere e di divertirsi per le strade.  Territorio votato per destino alla confluenza, che sia di fiumi, di genti o di lingue. Cucina sapiente e sopraffina. Un’altra Europa, vicina e lontana, simile e diversa. Un confronto di identità dal quale …