22 Giugno 2009 | Balcani

Stara planina

Stara planina

I progetti di investimento

Il direttore generale delle “Stazioni sciistiche della Serbia” Nebojsa Skoric durante la sua visita al Centro sciistico di Stara planina, ha annunciato che, in collaborazione con il Ministero dell’Economia e dello Sviluppo Regionale, quest’anno sarà installato il sistema degli impianti di innevamento artificiale. Non appena le condizioni atmosferiche lo consentiranno verranno installati gli impianti di neve artificiale e già dalla prossima stagione invernale si potrà comminciare a sciare nel mese di novembre allungando la stagione fino ad aprile o maggio.

Parlando di innevamento artificiale bisognerebbe dire che nel dicembre dello scorso anno sono stati completati i lavori di idroaccumulazione sul fiume Zupa. La diga è grande 12 metri e accumula dieci metri cubi di acqua, il cui scopo è molteplice: durante il periodo invernale serve per fornire l’aqua al sistema di innevamento artificiale mentre durante l’estate si usa per la protezione dagli incendi.

Skoric ha anche sottolineato che tutti gli sciatori sono assicurati e le “Stazioni sciistiche della Serbia” hanno fornito un nuovo veicolo con equipaggiamento medico, nel caso ci fosse bisogno di fornire assistenza ai visitatori. Sulla sicurezza dei turisti si occupa anche il personale di Servizio di Soccorso Alpino e del Ministero degli Affari interni.

Il settore turistico del Ministero dell’Economia e lo Sviluppo Regionale lavora sullo sviluppo delle infrastrutture sulla Stara planina, e questo è il momento giusto per i privati che vogliono investire nella zona. “Loro dovrebbero rivolgersi al nostro Ministero o alla società “Babib zub”, perché saeanno tante le condizioni favorevoli e i sostegni che offriremo agli investitori”, ha dichiarato il Segretario di Stato del Ministero del Turismo Economia e Sviluppo Regionale Goran Petkovic.

Quest’anno, come ha spiegato, si aspettano gli investimenti a Stara planina, che saranno gestiti dalla società “Babin zub”, e un primo contratto per la costruzione sarà probabilmente attuato nel corso del primo trimestre del 2009. Petkovic ha detto che il Ministero dell’Economia, insieme con le altre autorità statali, farà di tutto affinché il percorso da Kalna fino a Stara Planina sia più accessibile per arrivo dei turisti.

“Lavoriamo anche su altri sistemi di infrastrutture, cosi dalla vicina citta di Pirot si cercano di importare supplementari di energia elettrica, necessaria per lo sviluppo del centro turistico”, ha detto Petkovic aggiungendo che quest’anno si svolgerano i lavori di approvvigionamento idrico e delle acque reflue.

Petkovic ha spiegato che l’impressa pubblica “Stazioni sciistiche della Serbia” si occupa dell’infrastruttura invernale, ma anche estiva, prendendo in considerazione che durante l’estate dovra’ funzionare l’ascensore che porterà alla cima della montagna tutti quelli che amano passeggiare, andare in bici o pranzare presso uno dei ristorantini situati a ridosso della vetta.

http://www.skijalistasrbije.rs