24 Novembre 2011 | Balcani | eventi

Viaggiare i Balcani a Sanbaradio

Viaggiare i Balcani a Sanbaradio

Nella terza puntata di Mandacaradio, l’approfondimento radiofonico di Sanbaradio dedicato al festival cinematografico “Tutti nello stesso piatto” si è parlato della serata “Cinema e teatro alla scoperta dei balcani”.

.

.

Ogni mercoledì Sanbaradio dedica un approfondimento al festival cinematografico “Tutti nello stesso piatto”.

Logo SanbaradioIeri, mercoledì 23 novembre si è anche parlato della serata “Cinema  e teatro alla scoperta dei Balcani” organizzata da Viaggiare i Balcani e dal Comitato Servizi Cooperazione con i Balcani.

Clicca qui per ascoltare (dal minuto 5.50 al minuto 7.30).

Qui di seguito riportiamo il testo completo della recensione mandata in onda:

«Non sono le costruzioni imponenti o le popolose città a parlare della lunga esistenza di un paese. Sono i ricordi che rievocano i secoli. Ricordare significa essere vivi. I ricordi. Vivono nel buio dietro gli occhi di tutti».

Così si conclude il secondo documentario presentato giovedì 17 novembre durante la performance “Cinema e teatro alla scoperta dei Balcani”.

Un evento unico nel genere, un melange ben riuscito di differenti forme artistiche (musica, cinema e teatro) che ha permesso al pubblico di avvicinarsi alla conoscenza dei Balcani e alle loro tradizioni enogastronomiche.

I monologhi dell’attrice Michela Embriaco, accompagnati dal chitarrista Mauro Tonolli, hanno preceduto e introdotto la proiezione dei due documentari Duboka Srbjia – La Serbia nel profondo e Bosna Nekad – Bosnia, c’era una volta – del regista Darko Darko Soković.

Accompagnando così il pubblico alla scoperta di miti e leggende legate alle tradizioni enogastronomiche della regione, ed in particolare raccontando la storia di due suoi prodotti tipici: la Rosa Canina, utilizzata per produrre decotti, marmellate e tisane, e la Rakija – bevanda alcolica tradizionale derivata dalla prugna.

Ma hanno anche aiutato il pubblico a meglio capire i rapporti fra la comunità trentina e i Balcani, descrivendo il lavoro dell’Associazione Viaggiare i Balcani e del Comitato Servizi Cooperazione con i Balcani.

I due documentari hanno ben illustrato, senza mai essere pesanti, le atmosfere, le culture, le tradizioni, la storia e la bellezza dei passaggi, di questa regione che rimane ancora perlopiù sconosciuta.