22 Febbraio 2008 | Macedonia | turismo sportivo

Il Parco Nazionale di Mavrovo e i siti turistici

Il Parco Nazionale di Mavrovo e i siti turistici

Nel territorio del comune si trova il più grande parco nazionale della Macedonia, con i suoi 73.00 ettari di estensione. Il Parco Nazionale Mavrovo è l’unico posto della Repubblica dove si trovano 12 rare specie di piante e altri 33 specie di piante che raramente di trovano nel resto del paese. La fauna è rappresentata con 12 specie di pesci, 12 specie di rettili, 140 tipi di uccelli, 38 tipi di mammiferi (tra cui l’orso, la lince il camoscio e il cervo).  

Nel territorio del comune si trova il più grande parco nazionale della Macedonia, con i suoi 73.00 ettari di estensione. Il Parco Nazionale Mavrovo è l’unico posto della Repubblica dove si trovano 12 rare specie di piante e altri 33 specie di piante che raramente di trovano nel resto del paese. La fauna è rappresentata con 12 specie di pesci, 12 specie di rettili, 140 tipi di uccelli, 38 tipi di mammiferi (tra cui l’orso, la lince il camoscio e il cervo). Karta Mavrovo Risorse naturali Le montagne che si trovano nel Comune appartengono alla catena di montagne di Sar che si stende nella parte nord occidentale del Paese. Il rilievo è particolarmente esteso e dispone di 52 cime che superano i 2.000 metri. Golem Korab con la sua altezza di 2.764 metri è la cima più alta in Macedonia e rappresenta una vera attrazione turistica. Un’altra catena montuosa del comune è Bistra con la sua cima più famosa Medeniza (2.163 metri).

Idrografia I principali corsi d’acqua nel Comune sono il fiume Radika e i suoi affluenti. Radika separa le montagne Bistra, Korab e ≈†ar e rappresenta un torrente d’acqua limpida e ricca di una trota endemica particolarmente apprezzata nel Paese. Il fiume passa dalla parte centrale e meridionale del Comune creando una spettacolare valle caratterizzata da splendidi paesaggi e ottimi punti per la pesca sportiva. Nel comune ci sono diversi laghi glaciali di cui 14 permanenti (sulla montagna Desat ci sono 5 lagni glaciali, a Korab 8 e sulla montagna Sar uno). Il più basso tra loro è il lago Lokuv a Desat che si trova ad un’altezza di 1.565 m, mentre il lago più alto si trova sotto la cima Golem Korab ad una altezza di 2470m.

Siti turistici Sul territorio del comune e del Parco Nazionale si trovano alcuni siti naturalistici ideali per gite turistiche e picnic. Queste località si trovano lungo la parte meridionale della Valle di Radika. Un particolare valore di paesaggio hanno il belvedere a Zareva Cesma (La fontana reale) e Tonivoda da dove si può vedere gran parte della montagna Korab, una parte della Montagna Sar, il lago di Mavrovo e alcuni parti della montagna Bistra. Lungo il bacino del fiume Radika si può godere di un panorama interessante da “Cuklesto Kamce” con una splendida vista dei tanti villaggi della zona e tutto il corso del fiume Radika, il belvedere della foresta di Trebiste. Particolarmente interessante è la località Brezovez, vicino al villaggio Selze che rappresenta un habitat naturale del camoscio, della lince e dell’orso.

Le località più attraenti e più frequentate sono Cascate du Dufle cascate di Duf che distano circa 30 minuti a piedi dal villaggio di Rostuše. Il sentiero che porta vicino al villaggio Rostuše è marcato e la maggior parte del percorso è facilmente percorribile. Per arrivare fino alle cascate si attraversa la gola di Duf alta 30 metri, che rappresenta una vera attrazione. Il posto gode di una temperatura piacevole che anche nelle giornate estive più calde non supera i 20 gradi. Un dato interessante è che sulle cascate sono state collocate delle corde per la discesa da parte di un famoso appassionato dello sport estremo il francese soprannominato Shakal. Lokuv Posto sulla montagna Desat, ad altezza di 1565 m rappresenta l’orgoglio della popolazione locale che nella sua vicinanza ha collocato panchine per riposo, malghe e una fontana con acqua fresca e potabile. Si arriva camminando circa 8 km per la montagna con sentieri montagnosi partendo dal villaggio Bitusce o dal villaggio Trebiste. Inoltre, esiste la possibilità di noleggiare cavalli. Da Lokuv (solo con il permesso da parte del Ministero degli Affari Interni) si può perseguire con il climbing fino alla frontiera con Albania e si può visitare uno degli “occhi della montagna” (laghetti con acqua limpida e trasparente distesi sui alti piani di montagna). La baita vicino al Bosco dei Pini alla montagna Krcin rappresenta un posto molto attraente e posto da picnic dove ci si arriva partendo dal cosiddetto Ponte di Staparov presso il villaggio Velebrdo oppure dal villaggio Bitusce, attraverso un sentiero segnalato e facilmente percorribile che taglia un bosco di pini. Dopo una camminata di circa 2 ore si arriva fino ad un luogo dove è collocata una baita attrezzata con letti per il riposo e con una terrazza improvvisata da dove c’è un belvedere spettacolare del fiume Radika. Il Lago di Mavrovo rappresenta una vera perla del parco nazionale e del Comune. Sebbene artificiale, esso cattura l’attenzione del turista con la sua bellezza. Attorto al lago passa una strada asfaltata che collega la via principale alle piste sciistiche, agli hotel, e alle tante strutture ricettive del luogo.

MavrovoLa sorgente Bojkov si trova partendo dal villaggio Mavrovo in direzione a Nikiforovo a solo 3 km di distanza. L’acqua di questo sorgente è considerata miracolosa ai fini di cura essendo protetta dal San Nicola. Il venerdì Balaklija (il primo venerdì dopo la Pasqua) la popolazione locale si unisce per un picnic tradizionale.

Grotte: Sarkova Dupka, Aliliza e Kalina Dupka sono le più famose tra tante grotte che sono presenti in questa zona. Sarkova Dupka si trova nel villaggio di Mavrovo subito dietro l’hotel Bistra’. La grotta Sarkova Dupka è aperta ai turisti ed è completamente messa in sicurezza. La grotta è stata scoperta tre decenni fa da parte della popolazione locale che all’inizio temeva di entrare. Il primo che ha trovato il coraggio è stato un contadino soprannominato Sarko che abitava vicino alla grotta. E da lì che questa bellezza grottesca ha preso il suo nome Sarkova Dupka. I visitatori possono scendere all’interno della grotta con aiuto delle scale di metallo alla forma di semicerchio, che porta fino alla prima parte della grotta a una profondità di circa 20 metri sotto terra.