30 Ottobre 2008 | Balcani

EuroVelo in Bosnia Erzegovina

EuroVelo in Bosnia Erzegovina

Il mondo che viaggia in bicicletta

Denis Kajić – Alla runione di consiglio d’amministrazione della Federazione Europea Ciclisti si e’ raggiunto l’accordo di lanciare l’iniziativa per includere la Bosnia Erzegovina nel progetto EuroVelo. EuroVelo è il progetto della Federazione Europea Ciclisti per la costruzione e lo sviluppo di piste ciclabili che attraversano tutta l’Europa. La Lunghezza totale delle piste e’ di oltre 60 000 chilometri, divisi in 12 piste delle quali 6 di loro si estendeno lungo la direzione nord – sud, 4 in direzione ovest – est e 2 con un percorso circolare.

L ‘obbiettivo di EuroVelo e’ di promuovere i viaggi con la bicicletta con lo spirito del turismo responsabile e ,a livello locale, anche quello di stimolare l’uso del veicolo a pedali(bicicletta), per esempio nel recarsi a scuola o al lavoro.

In Europa e’ tornata di moda la bicicletta e il miglior esempio e’ il supporto che danno le istituzioni di governo , le associazioni turistiche e le organizzazioni non governative al progetto eurovelo. Sui vantaggi di usare la bicicletta rispetto all utilizzo di altri mezzi di locomozione non serve parlarne molto. La bicicletta e’ un mezzo di trasporto completamente ecologico, non inquina l’ambiente, non crea rumore, non occupa troppo spazio sule strade, migliora la salute e la forza fisica.

La Bosnia Erzegovina e’, insieme con la Bulgaria, uno dei due paesi non ancora inclusi nel progetto che riguarda lo sviluppo della rete di piste ciclabili europee. Per fortuna, qualcosa sta cambiando in questo senso. Grazie agli sforzi dell’ organizzazione “Green Tour” e’ stata lanciata l’iniziativa per includere la Bosnia Erzegovina nel progetto EuroVelo. la costruzione della cosidetta pista di Sava (Lubiana – Belgrado) e il suo collegamento con le piste Danubiane e Adriatiche . l’ integrazione nel circuito ciclabile europeo precede l’ individuazione dei sentieri ciclistici in Bosnia Erzegovina. Si tratta di un progetto, quest’ultimo, avviato da Green Tour che usa la tecnologia GPS per tracciare i suddetti sentieri con l’aiuto dei satelliti per poi individuarli e tracciarli sul territorio con le relative e adeguate indicazioni stradali.

Quest’anno le attivita’ di mappatura dei sentieri ciclistici da parte di Green Tour si svolgono nella Bosnia nord-occidentale. In questa regione si intende individuare circa 400 chilometri di strada entro l’autunno di quest’anno.

Oltre a questo, Green Tour sta cercando di tessere la rete delle organizzazioni e degli individui che lavorebbero insieme nel progetto dei sentieri ciclistici, chiamati anche “sentieri verdi”. Lo scopo e quello di lavorare insieme per i prossimi tre anni nel comune progetto cercando insieme di sviluppare i mezzi e le risorse per la costruzione delle piste ciclabili.

Per maggiori informazioni sul progetto EuroVelo potete visitare il sito web http://www.ecf.com/14_1