2 Settembre 2019 | Croazia | Jugoslavia | turismo culturale | turismo enogastronomico | turismo responsabile | viaggio

VUKOVAR, IL DANUBIO E LA TERRA MAGIARA

VUKOVAR, IL DANUBIO E LA TERRA MAGIARA

GUERRA E PACE IN UNA REGIONE MULTIETNICA
16-20 NOVEMBRE 2019

assistenza culturale a cura di Leonardo Barattin, storico

Vukovar e il Danubio: un abbraccio inseparabile tra una città prestigiosa ed il grande fiume d’Europa. Distesa come un corpo sinuoso lungo il corso d’acqua che oggi separa Croazia e Serbia, testimone degli scontri secolari tra Cristiani e Musulmani in questa striscia della pianura pannonica, Vukovar è città barocca, mitteleuropea, resa prospera da Tedeschi, Magiari, Ebrei, Serbi, Croati, …; nota per la sua forza economica sia nell’Ottocento asburgico sia in epoca jugoslava, per il livello di benessere raggiunto dalla popolazione, per l’alto numero di matrimoni misti, … 

La guerra di dissoluzione della Jugoslavia e l’assedio della città tra agosto e novembre 1991 la sconvolgono dalle fondamenta: morti, colonne di profughi, distruzioni enormi. Con un difficile dopoguerra non ancora alle spalle, Vukovar soffre i traumi del conflitto e sconta la dolorosa divisione interna tra Serbi e Croati. Viaggiare i Balcani sarà ancora una volta in città nei giorni della commemorazione dell’assedio e del suo epilogo, per tentare di comprendere passato, presente e destino di questa comunità.

Seguendo le orme della complessa Storia della regione e per cercare maggiore profondità di osservazione, l’itinerario ci porta a varcare la frontiera: in Ungheria, nella regione della Baranya, dove nei secoli passati sono fragorosamente risuonate le armi tra Cristiani e Musulmani, quando il sogno dell’Impero ottomano era quello d’impadronirsi di Vienna. Le tracce e i ricordi della presenza turca s’incrociano con i miti della lotta e del sacrificio di croati e ungheresi e si mescolano con le moderne narrazioni nazionali. 

Un viaggio per chi tenta di comprendere la complessa Storia della regione e per chi desidera riflettere sul domani dell’Europa. Un itinerario con Viaggiare i Balcani per cercare di cogliere il battito della Storia, le storie e lo spirito di uomini e donne protagonisti …


– PROGRAMMA DI VIAGGIO –


GIORNO 1 – SABATO 16 NOVEMBRE: TRENTO-VUKOVAR
Partenza da Trento e raccolta di ulteriori partecipanti alla Stazione FFSS di Mestre. Pranzo libero in viaggio e sosta al Castello di Otočec per ragionare insieme sul Novecento in questa zona dell’odierna Slovenia. Il viaggio continua poi lungo l’Autostrada della Fratellanza e dell’Unità, la cui spina dorsale è stata realizzata in epoca jugoslava. Arrivo a Vukovar per cena e pernottamento in pensione 3*.

GIORNO 2 – DOMENICA 17 NOVEMBRE: VUKOVAR
Al mattino ci addentriamo nel centro storico di Vukovar per coglierne la dimensione multiculturale ed i nodi irrisolti del presente. Protagonisti di questa esplorazione sono il cuore storico barocco, i luoghi legati al mondo cattolico e ortodosso ed il Danubio, davvero maestoso in questo tratto. A seguito del pranzo libero, la nostra attenzione si ferma sui luoghi dell’assedio del 1991: l’acquedotto – simbolo della resistenza della città – e i memoriali che punteggiano il centro e i suoi immediati dintorni. Cena in ristorante e pernottamento a Vukovar.  

GIORNO 3 – LUNEDI’ 18 NOVEMBRE: VUKOVAR-PECS
Il mattino è dedicato alla Kolona Sjećanja (La marcia del Ricordo), la manifestazione commemorativa di massa in occasione dell’assedio e della distruzione della città nel 1991. L’intero cuore storico di Vukovar viene attraversato da parte a parte con bandiere, striscioni, divise e simboli da decine di migliaia di persone della più diversa estrazione, provenienti da tutta la Croazia e dall’Erzegovina. Dopo il pranzo libero, ci fermiamo presso l’importante quartiere operaio di Borovo Naselje, sorto e sviluppatosi in simbiosi con la grande industria della calzatura e dei prodotti in gomma. Fondata nel 1931 da Tomas Bat’a, all’epoca della Jugoslavia socialista l’azienda acquisirà le dimensioni di un kombinat industriale ed i suoi prodotti varcheranno di molto i confini del Paese. Ci trasferiamo infine oltre confine, in Ungheria. Cena e pernottamento a Pecs in hotel 3*.

GIORNO 4 – MARTEDI’ 19 NOVEMBRE: PECS-SZIGETVAR-DARUVAR
La prima parte della giornata la dedichiamo a Pecs, uno dei centri di maggiore rilievo dell’Ungheria. La città spicca per le importanti tracce ottomane, per la grazia e la bellezza del suo vasto centro storico e per la prestigiosa tradizione culturale e industriale. Dopo il pranzo libero sostiamo brevemente a Szigetvar, dove nel 1566 lo scontro tra Cristiani e fedeli all’Islam conosce uno degli episodi di maggiore rilievo: un assedio durissimo, sferrato dal Sultano Solimano il Magnifico, che lascerà profonde tracce nella memoria collettiva. Rientriamo in Croazia, per cena e pernottamento a Daruvar in hotel 3*.

GIORNO 5 – MERCOLEDI’ 20 NOVEMBRE: DARUVAR-MESTRE-TRENTO
Dopo una passeggiata ed un caffè nel raffinato centro di Daruvar, sviluppatosi nel corso del ‘700 durante il regno di Maria Teresa d’Austria e noto per la presenza plurisecolare di una significativa comunità ceca, partiamo alla volta dell’Italia. Pranzo libero in viaggio e arrivo in serata a Mestre e Trento, via Zagabria-Lubiana-Trieste.


NOTA: Il programma può essere soggetto a variazioni, sia prima che durante il viaggio, per cause di forza maggiore, in base alle condizioni climatiche, alle regole e alle indicazioni imposte dalle autorità, alle condizioni della circolazione stradale e dei mezzi di trasporto utilizzati, alle regole di accesso imposte dai siti di visita, alle festività, alle esigenze dei viaggiatori e delle strutture che ospitano il gruppo di viaggiatori.


QUOTA DI PARTECIPAZIONE

6 partecipanti: € 590

7 partecipanti: € 570

8 partecipanti: € 550

supplemento stanza singola: € 50

Iscrizione annuale all’Associazione Viaggiare i Balcani da saldare in viaggio: € 10,00


LA QUOTA DI PARTECIPAZIONE COMPRENDE: Viaggio in minivan riservato # Mediatore culturale da e fino a Mestre, membro dell’Associazione Viaggiare i Balcani # Pernottamenti con prima colazione come da programma # Cene dal giorno 1 al giorno 4, bevande escluse # Visite guidate come da programma # Assicurazione medico e bagaglio


LA QUOTA DI PARTECIPAZIONE NON COMPRENDE: Pranzi # Cena del giorno 5 # Bevande ai pasti # Ingressi # Extra personali # Tutto quanto non specificato ne “La quota di partecipazione comprende”.
Assicurazione annullamento su richiesta. 


DOCUMENTI DI VIAGGIO NECESSARI:
CARTA D’IDENTITA’ in corso di validità, senza rinnovo con timbro.
ATTENZIONE! Se si possiede PASSAPORTO in corso di validità si prega di portarlo con sé per rendere più spedite le operazioni di controllo ai valichi di confine.
Iscrizioni sino ad esaurimento posti.
Acconto di € 150 da versare all’atto dell’iscrizione. Saldo entro il 20/10/2019.
Numero minimo di partecipanti 6. Numero massimo di partecipanti 8
Se il numero minimo non verrà raggiunto 20 giorni prima della partenza
il viaggio verrà annullato e l’acconto versato interamente restituito


Per informazioni è possibile contattare
Sig. LEONARDO BARATTIN – 328.19.39.823
membro dell’associazione Viaggiare i Balcani

Per informazioni ed iscrizioni presso l’AGENZIA VIAGGI ETLI
Sig. DANIELE BILOTTA – 0464-43.15.07 (ore 9.00-15.00)
daniele.bilotta@viaggiareibalcani.net
indicando in oggetto “Vukovar 2019””


ORGANIZZAZIONE TECNICA
Agenzia Viaggi ETLI-TN, Soc. Coop Rovereto – Corso Rosmini, 82\A 38068 Rovereto (Tn)
N. Reg. A157038 – Compagnia assicurativa: UNIPOL / Num. polizza: 1949 65 50623055